17:22

Musica: morto produttore rock Phil Spector

Tmz,per complicanze causate da Covid. Scontava pena per omicidio

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Phil Spector, uno dei più famosi produttori della storia della musica rock, è morto per complicanze legate al Covid: lo riferisce il sito Tmz, citando fonti informate. Spector, che aveva 80 anni, stava scontando una condanna che prevedeva da un minimo di 19 anni fino all'ergastolo per l'assassinio di Lara Clarkson. Produsse il suo primo successo quando era ancora al liceo, 'To Know Him is to Love Him', e legò il suo nome a brani classici come 'Be my baby', 'Unchained melody', fino a partecipare alla produzione di 'Let it Be' dei Beatles. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA





17:03

Pirati strada: incidente Corsico, uomo si è costituito

In caserma con avvocati, 'fuggito perché non ho la patente'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - CORSICO, 17 GEN - Si è costituto il pirata della strada che ieri sera era alla guida di una Bmw che ha travolto una Fiat 600 provocando la morte di un uomo di 60 anni e il ferimento della moglie di 59 anni a Corsico (Milano). Si tratta di un cittadino marocchino di 32 anni, regolare in Italia, che nel pomeriggio si è presentato in caserma dai carabinieri a Corsico. L'uomo ha spiegato di non essersi fermato a prestare soccorso in quanto senza patente. Il 32enne si trova ora in caserma dove lo sta sentendo l'autorità giudiziaria. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



16:40

Scuola:studenti vedono Sala,porterà governo nostre richieste

Chiudi
 (ANSA) Scuola: studenti vedono Sala, porterà governo nostre richieste (ANSA) Scuola: studenti vedono Sala, porterà governo nostre richieste (ANSA) Scuola: studenti vedono Sala, porterà governo nostre richieste (ANSA) Scuola: studenti vedono Sala, porterà governo nostre richieste (ANSA) Scuola: studenti vedono Sala, porterà governo nostre richieste (ANSA)

(ANSA) - MILANO, 17 GEN - È durato quasi un'ora l'incontro tra il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, e gli studenti del liceo scientifico Vittorio Veneto che ieri hanno occupato la scuola, come hanno fatto nei giorni scorsi altri collettivi, per protestare contro la didattica a distanza. Dopo aver passato la notte all'aperto nel cortile del liceo, una delegazione di cinque ragazzi ha incontrato il sindaco a nome di "tutti gli studenti milanesi che hanno protestato in questi giorni", come hanno spiegato al termine dell'incontro. "Abbiamo parlato della priorità che dovrebbe avere la scuola, della Dad che non dovrebbe essere usata come opzione primaria, ma dovrebbe essere sempre affiancata a una didattica in presenza. - ha detto Tito in rappresentanza degli studenti -. Quindi bisogna trovare una soluzione mista. Il sindaco Sala si è trovato d'accordo con le nostre richieste e ha detto che riferirà al governo le nostre proposte. Il tema principale di questo incontro è stato che la scuola deve avere la giusta priorità". Gli studenti non continueranno l'occupazione: "Siamo felici di avere ottenuto questi risultati, ma continueremo a batterci per un ritorno in sicurezza a scuola e rimarremo in contatto con il sindaco.
    Abbiamo ottenuto il risultato sperato, cioè il confronto con un'istituzione come il sindaco e quindi riteniamo che il nostro obiettivo in parte sia stato raggiunto e il sindaco riferirà quanto gli abbiamo detto alla Regione e al governo". Ai giornalisti che gli hanno chiesto se chiederanno un incontro anche al governatore lombardo Attilio Fontana gli studenti hanno risposto che "se è possibile, ci farebbe assolutamente piacere confrontarci con altre istituzioni". (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA



Modifica consenso Cookie