02:48

Borsa, Shanghai poco mossa

Stabile anche Shenzhen, a +0,1%

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PECHINO, 18 FEB - Le Borse cinesi aprono la seduta poco mosse: l'indice Composite di Shanghai cede nelle prime battute lo 0,1%, a 2.981,41 punti, mentre quello di Shenzhen sale dello 0,1%, a quota 1.837,33.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

01:23

Intesa Sanpaolo lancia Opa su Ubi Banca

La valorizza per 4,86 mld. Bper comprerà 500 filiari al Nord

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MILANO, 18 FEB - Intesa Sanpaolo lancia una offerta pubblica di scambio volontaria sulla totalità delle azioni di Ubi Banca con l'obiettivo di "consolidare ulterioremente la propria leadership nel settore bancario italiano". L'operazione, che non è concordata, valorizza Ubi per 4,86 miliardi, con un premio del 27,6% sui valori di borsa di venerdì scorso, e prevede che per ogni 10 azioni di Ubi portate in adesione all'Offerta saranno corrisposte 17 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo di nuova emissione. Nascerebbe così un gruppo da 3 milioni di clienti.
    Bper ha sottoscritto con Intesa un contratto che prevede, in caso di successo dell'opa su Ubi Banca, l'acquisto di un ramo d'azienda composto da circa 1,2 milioni di clienti distribuiti su 400/500 filiali bancarie, ubicate in prevalenza nel nord del Paese. Contemporaneamente anche UnipolSai acquisterebbe i rami d'azienda delle compagnie assicurative Bancassurance Popolari, Lombarda Vita e Aviva Vita partecipate da Ubi Banca.
    Nessun commento da Ubi Banca

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

00:15

Intesa Sanpaolo lancia Opa per Ubi banca

Offre 17 azioni ogni 10 di Ubi, la valorizza 4,86 miliardi

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MILANO, 18 FEB - Intesa Sanpaolo lancia una offerta pubblica di scambio volontaria sulla totalità delle azioni di Ubi Banca. Per ogni 10 azioni di Ubi portate in adesione all'Offerta saranno corrisposte 17 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo di nuova emissione, valorizzando quindi Ubi 4,86 miliardi, la cifra corrisponde ad un premio del 27,6% sui valori di venerdì 14 febbraio.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

21:07

Bellanova,su prescrizione non arretriamo

Ministro, voteremo proposta Forza Italia? Era la nostra

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - PALERMO, 17 FEB - "Sulla prescrizione abbiamo detto che non siamo d'accordo. Per noi è un problema di civiltà, non un puntiglio. Sui valori non si può mediare, faremo la battaglia. Voteremo la proposta di Fi? Era la nostra proposta.
    In Parlamento non cederemo di un millimetro". Cosi il capo delegazione di Iv e ministro Teresa Bellanova intervenendo alla convention di Italia Viva a Palermo.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

20:56

Sicurezza:Mauri,i dl verranno modificati

"Nostro obiettivo è offrire una politica più efficiente"

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 17 FEB - "I decreti verranno modificati, si interverrà sui temi della sicurezza e dell'immigrazione. Il nostro obiettivo è offrire una politica più efficiente". Lo ha detto il viceministro dell'Interno, Matteo Mauri, al termine del vertice a Palazzo Chigi. "Diamo un giudizio positivo dell'incontro - ha detto - abbiamo fatto passi avanti e abbiamo condiviso alcuni obiettivi, valutando le questioni negative dei decreti e decidendo di intervenire".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




20:06

Libia, di nuovo fermo lo scalo di Mitiga

Dopo un lancio di razzi, volo Libyan costretto a rientrare

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TUNISI, 17 FEB - Di nuovo sospesi fino a nuovo ordine i voli sull'aeroporto di Mitiga a Tripoli, l'unico funzionante nella capitale libica, a causa del "rinnovato lancio di razzi" nelle adiacenze. Lo scrive il The Libya Observer su Twitter e la pagina facebook dello stesso scalo precisando che il lancio di razzi è coinciso con le operazioni di decollo di un aereo della Libyan Airlines e ciò ha costretto lo stesso a fare ritorno allo scalo e a decretare la sospensione della navigazione aerea fino a nuovo avviso. Secondo Libya Al Ahrar tv, vicina al governo di accordo nazionale libico, l'attacco "indiscriminato" è da attribuire alle forze del generale Khalifa Haftar. Anche lo scorso 13 febbraio l'aeroporto di Mitiga era stato costretto ad annullare i voli per qualche ora.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

19:49

Mattarella consegna onorificenze Ordine al Merito - FOTO

A cittadini distintisi per atti di eroismo, per l'impegno nella solidarietà, nel soccorso, nella cooperazione internazionale, nella tutela dei minori, nella promozione della cultura e della legalità

Chiudi La cerimonia di consegna delle onorificenze al Quirinale (foto Quirinale- Francesco Ammendola) (ANSA) La cerimonia di consegna delle onorificenze al Quirinale (foto Quirinale- Francesco Ammendola)

Al Quirinale la cerimonia di consegna delle onorificenze dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana, conferite "motu proprio" dal Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, il 20 dicembre 2019, a cittadini distintisi per atti di eroismo, per l'impegno nella solidarietà, nel soccorso, nella cooperazione internazionale, nella tutela dei minori, nella promozione della cultura e della legalità, per le attività in favore della coesione sociale, dell'integrazione, della ricerca e della tutela dell'ambiente. E' quanto si legge in una nota del Quirinale. La cerimonia - si legge in un comunicato - condotta da Eleonora Daniele, è stata aperta dalla proiezione di un filmato realizzato dalla RAI e si è conclusa con l'intervento del Capo dello Stato. Il Presidente Mattarella ha individuato, tra i tanti esempi presenti nella società civile e nelle istituzioni, alcuni casi significativi di impegno civile, di dedizione al bene comune e di testimonianza dei valori repubblicani.

ECCO CHI SONO I PREMIATI

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

19:12

Commissario ponte blocca ditta

Doveva fare consegne a cantiere.Segnalata da Reggio Calabria

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - GENOVA, 17 FEB - In seguito ad accertamenti richiesti dalla Struttura Commissariale alla Prefettura di Genova, nell'ambito del Protocollo Antimafia, è stato bloccato l'accesso al cantiere del ponte sul Polcevera di una azienda di autotrasporti per la quale la Prefettura di Reggio Calabria ha emesso un provvedimento di interdizione. La ditta avrebbe dovuto eseguire alcune consegne nel cantiere di ricostruzione del Ponte. Appena verificata la segnalazione il sub-contratto con la ditta "è stato immediatamente risolto". L'azienda, riferisce il Commissario, "non ha mai avuto accesso al cantiere". "Quanto accaduto mette in luce l'utilità e l'efficienza dei controlli svolti di tutte le aziende che orbitano attorno al cantiere di ricostruzione del Viadotto Polcevera" dice la struttura.
    L'azienda interdetta è la Nemesis con sede a Motta San Giovanni (Reggio Calabria). Una prima interdittiva antimafia per una azienda che lavora al ponte era stata presa a maggio 2019 con un provvedimento notificato dalla Dia alla Tecnodem di Napoli.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

19:00

Con ascia aggredisce passante e cc,preso

Nel mantovano, contestati i reati di strage e tentato omicidio

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - MILANO, 17 FEB - A Castiglione delle Stiviere (Mantova) un nigeriano di 29 anni ha dato in escandescenze per strada sfasciando auto e arredo urbano con un'ascia e, quando un passante è intervenuto, lo ha colpito fortunatamente con il dorso dell'arma, ferendolo. Per questo, l'uomo è stato arrestato dai carabinieri di Castiglione e Mantova.
    Quando i militari sono intervenuti, l'uomo ha danneggiato gravemente anche la loro auto con l'ascia. Il pm di turno gli contesterà i reati di strage e tentato omicidio, oltre che di danneggiamento aggravato, resistenza e lesioni. I carabinieri mantovani stanno cercando nei vari ospedali l'uomo che ha cercato di fermarlo che, al loro arrivo, non era più sul posto.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

18:39

Pugile con tattoo nazi su manifesti bus

A Trieste. Centrosinistra chiede rimozione

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - TRIESTE, 17 FEB - La fotografia di un pugile a petto nudo, con tatuaggi disegnati sul corpo che richiamano al nazismo, è apparsa su alcuni manifesti pubblicitari affissi su autobus della Trieste Trasporti. Un episodio che ha sollevato polemiche e, da parte dell'opposizione comunale di centrosinistra, la richiesta di rimozione della locandina.
    Il pugile è il testimonial di un evento sportivo di boxe che si terrà in città a marzo. A quanto si evince dai manifesti, tra gli organizzatori c'è il Comune. Le opposizioni hanno presentato una mozione urgente, sebbene l'esecutivo giuliano abbia già fatto rimuovere la fotografia dal manifesto originario nella versione online. Anche l'associazione Ardita, organizzatrice dell'evento, ha rimosso la foto dal profilo Fb. Il manifesto però rimane affisso sui bus. "Sulle locandine campeggia un pugile sul cui petto compaiono diversi richiami alle Schutzstaffen", denuncia la mozione. Per la capogruppo del Pd in Consiglio comunale Fabiana Martini "si tratta di un fatto molto grave".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

18:32

In migliaia in corteo per Zaky a Bologna

Merola, 'chi studia qui non è un ospite ma un cittadino'

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - BOLOGNA, 17 FEB - Alcune migliaia di persone sono partite in corteo qualche minuto dopo le 18 dal Rettorato, in via Zamboni nel cuore di Bologna, per chiedere la liberazione di Patrick George Zaky, ricercatore dell'ateneo bolognese detenuto in Egitto. Organizzato dalla consulta degli studenti dell'Università di Bologna, al corteo hanno partecipato anche Amnesty e alcuni collettivi. In testa il rettore Francesco Ubertini è il sindaco Virginio Merola. "Sono contento che ci siano tutti questi cittadini - ha commentato il sindaco Virginio Merola - è importante essere qui per chiedere la libertà di Zaky. Siamo una città dove l'università è nata prima, chi studia con noi non è ospite ma un cittadino". "È il momento per l'Europa di farsi sentire come stanno facendo le università. Chiediamo con forza di riaverlo con noi - ha detto Ubertini - credo che questa sia una bellissima risposta".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

18:32

Morto direttore dell'ospedale di Wuhan

In città altri 1.200 medici per contenere il coronavirus

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 17 FEB - Il capo dell'ospedale di Wuhan è morto oggi, ucciso dal coronavirus. Lo riportano i media internazionali. Liu Zhiming - questo il suo nome - dirigeva il Wuchang Hospital. Venerdì scorso un infermiere di 59 anni dello stesso nosocomio era deceduto a causa del Covid-19. Un totale di 1.200 medici professionisti, che costituiscono il secondo gruppo dei 2.600 medici di rinforzo inviati dalle forze armate cinesi, sono arrivati oggi nella cità focolaio del virus, con il compito di curare i pazienti dell'Hubei's Maternity and Child Health Care Hospital presso l'Optics Valley di Wuhan e inizierà a lavorare subito dopo il completamento della struttura. La Cina aveva promesso di inviare altri 2.600 professionisti medici dell'esercito per aiutare a contenere l'epidemia di Wuhan la scorsa settimana e il primo gruppo di 1.400 uomini e donne era arrivato il 13 febbraio. Si sono presi cura dei pazienti contagiati dal Covid-19 presso l'ospedale di Taikang Tongji.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


Modifica consenso Cookie