Papa: testi Via Crucis da carcere Padova

Francesco, 'mi sento fratello di chi ha sbagliato'

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 10 MAR - Le meditazioni della Via Crucis che tradizionalmente il Papa tiene al Colosseo la sera del Venerdì Santo sono state scritte dalla parrocchia del carcere di Padova 'Due Palazzi'. Lo indica Papa Francesco in una lettera al direttore de 'Il Mattino di Padova'. Saranno "un'opera corale, unendo i vari volti che compongono il mondo delle carceri", dalle vittime alle persone detenute, dagli agenti di polizia penitenziaria ai volontari perché "il carcere - sottolinea il Papa - è un caleidoscopio di situazioni ed è sempre forte il rischio di raccontarne un particolare a scapito dell'insieme. Papa Francesco confida anche di essersi "commosso" alla lettura dei testi. "Mi sono sentito fratello di chi ha sbagliato e di chi accetta di mettersi accanto a loro per riprendere la risalita della scarpata", sono le parole del Papa.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie