Francesco Fazi, Il mare senza stelle 'ricorda Harry Potter'

L'ad della casa editrice racconta l'atteso fantasy di Erin Morgenstern

Arriva in Italia il 16 luglio 'Il mare senza stelle', l'atteso fantasy di Erin Morgenstern, che in America ha venduto 200 mila copie in tre mesi. Titolo di punta della Fazi editore che lo pubblica in ebook e in cartaceo, nella traduzione di Donatella Rizzati, con una prima tiratura di circa 20 mila copie, è un romanzo sul potere delle storie. Il protagonista è uno studente universitario del Vermont specializzato in nuovi media, Zachary Ezra Rawlins, che un giorno trova un libro misterioso nascosto fra gli scaffali di una biblioteca e quando comincia a leggerlo si accorge che è inspiegabilmente descritto un episodio della sua infanzia.

Acquisire i diritti del libro non deve essere stato facile e si parla già di una trasposizione cinematografica? "Non è stata sicuramente una trattativa semplice. Abbiamo fatto un investimento importante rispetto ai nostri standard. Già si parla di ipotetiche trasposizioni cinematografiche, ma ancora nulla di certo. Il mondo creato dalla Morgenstern è talmente ricco e la sua scrittura così immaginifica che non sarà facile, ma nelle mani di un regista intraprendente potrebbe venire fuori un film memorabile" risponde all'ANSA Francesco Fazi, 28 anni, laureato in Economia, già responsabile marketing e amministratore delegato della Fazi Editore dal 2019, che aveva letto e apprezzato il primo romanzo della Morgenstern, 'Il circo della notte'. "Verso la fine del 2018, quando è stata annunciata la futura uscita de Il Mare senza stelle in America, ci siamo subito attivati. Dopo averlo letto non abbiamo più avuto dubbi, volevamo pubblicarlo" spiega.

Il libro è stato presentato da Margaret Atwood al Winter Institute come uno dei più importanti dell'anno, qual è la sua originalità? "L'incontro tra Margaret Atwood ed Erin Morgenstern è stato l'evento più importante del Winter Institute dell'anno scorso, la più grande convention di librai degli Stati Uniti. Hanno dato vita a un interessantissimo dibattito, tra le altre cose, sul concetto di genere letterario: entrambe respingono l'idea e la tendenza di etichettare i libri classificandoli in compartimenti stagni. L'originalità di questo romanzo deriva proprio dalla sua inclassificabilità" sottolinea Fazi.

Secondo romanzo della Morgenstern, 42 anni, artista multimediale che è nata in Massachusetts e vive a New York, è strutturato come un gioco di scatole cinesi. Sta anche in questo la sua forza? "Il romanzo è aperto a più chiavi di lettura. La struttura è labirintica, onirica, barocca, ogni filone narrativo alimenta e si interseca con altre narrazioni che conducono il lettore in direzioni diverse" dice Fazi.

C'è qualcosa in comune con l'autrice del 'maghetto' J.K.Rowling? "Possono esserci alcuni elementi che la accomunano alla Rowling, in particolar modo la capacità di worldbuilding, la creazione di mondi narrativi profondi e dettagliati, in cui anche il più piccolo dettaglio è inserito con un preciso scopo Inoltre la passione con cui questo libro è stato accolto da tantissimi lettori anglofoni, che ha portato alla formazione di un fandom dedicato, ricorda gli inizi di fenomeni come quello di Harry Potter. Al di là di questi elementi, Il mare senza stelle può essere accostato anche a libri come Alice nel paese delle meraviglie, Le cronache di Narnia e alcune opere di Neil Gaiman" dice Fazi.

Libro per ragazzi, può conquistare anche gli adulti? "Assolutamente. Basti pensare che all'estero è considerato un romanzo per adulti, anche se ovviamente adatto anche ai giovani. Essendo essenzialmente un libro che celebra l'amore per la letteratura, i lettori forti troveranno tesori, allusioni e rimandi metaletterari nascosti e dispersi tra le pagine, mentre speriamo che per i giovani possa essere uno di quei libri che fa scattare l'amore per la lettura".

La Morgenstern è un'artista multimediale. Quanto questo ha influenzato la sua scrittura? "Molto. In questo libro ci sono anche influenze e richiami alla musica, alla pittura, alla scultura, all'architettura, al cinema e al teatro. È un libro che definirei sinestesico, dall'atmosfera ricchissima. Inoltre Zachary è uno studente universitario specializzato in Nuovi media, che all'inizio del libro sta lavorando a una tesi sul genere e la narrazione nei moderni videogiochi e le digressioni sul tema sono curiosissime" racconta.

Come pensate verrà accolto questo libro in Italia? "Siamo fiduciosi. I primi commenti e le prime sensazioni sono positive". 

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie