ANSAcom
  • Tra 5 anni raddoppio locali dove birra è 50% del business
ANSAcom

Tra 5 anni raddoppio locali dove birra è 50% del business

E’ bevanda della ripresa, suo valore condiviso è 4,3 miliardi

ANSAcom
Tra cinque anni saranno raddoppiati in Italia i locali per i quali la birra rappresenta oltre il 50% del business. Se oggi per il 64,5% dei locali la birra rappresenta più del 25% del proprio business, nelle previsioni a cinque anni la quota di chi dipenderà per metà degli incassi dalla birra passerà dall’attuale 16,7% al previsto 30,2%. Lo rileva uno studio commissionato dall’Osservatorio Birra all’Istituto Piepoli, in collaborazione con Partesa, che ha intervistato 200 gestori e proprietari di ristoranti, pizzerie, bar, pub, hotel e locali.
La birra è già strategica per la ripresa dei luoghi del fuori casa, con un valore condiviso di 4, 3 miliardi di euro. Se per il 35,9% dei locali italiani la birra è già oggi centrale nella propria offerta (e per questo non crescerà in futuro), il 60,6% dice che ci sarà sempre più birra domani nei loro locali, per tre ragioni: è sempre più richiesta, è poco o per nulla alcolica (e questo chiedono molti giovani), infine, permette una buona marginalità, elemento vitale in un periodo di grandi difficoltà economiche per un settore reduce da due anni neri a causa delle chiusure imposte dalla pandemia.
“Dalla ricerca di Osservatorio Birra emerge molto chiaramente il grande sforzo umano e imprenditoriale che i gestori dei punti di consumo hanno dovuto affrontare in questi ultimi anni - commenta Massimo Reggiani, amministratore delegato di Partesa -. Uno sforzo che Partesa, così come tutti i distributori, ha sostenuto durante la pandemia e che continua a sostenere oggi, garantendo flessibilità, maggiori servizi e consulenza, il tutto con il prezioso supporto dei birrifici. Ora, in questo scenario senza precedenti nella storia recente, è indispensabile lavorare uniti”.
Anche dai consumatori arriva la conferma che la birra potrebbe essere considerata una leva per la ripresa del fuori casa. Tra di loro uno su due ipotizza di aumentare le occasioni di consumo negli esercizi pubblici anche soprattutto con l’allentamento delle restrizioni dovute alla pandemia.

In collaborazione con:
Heineken

Archiviato in


Modifica consenso Cookie