Convegno su uro-oncologia ad Aosta

Evento formativo il 15 e 16 novembre a Palazzo regionale

"Multidisciplinarietà in uro-oncologia. Quale ruolo nell'epoca dell'oncologia di precisione e dell'immunoterapia?" è il titolo di un convegno in programma il 15 e 16 novembre nella sala Viglino di palazzo regionale. L'evento formativo, promosso dall'Usl della Valle d'Aosta, è destinato ai medici dell'anatomia patologica, medicina generale (medici di famiglia), medicina nucleare, nefrologia, oncologia, radiodiagnostica, radioterapia, urologia e agli psicologi, infermieri e tecnici di laboratorio.
    "In Italia il tumore della prostata - si legge in una nota - rappresenta la più frequente patologia oncologica nei maschi; il tumore della vescica si colloca al quinto posto per incidenza nell'intera popolazione e il tumore del rene e vie urinarie occupa la decima posizione della classifica. Nuovi approcci chirurgici, radioterapici integrati, trattamenti ormonali di nuova generazione, moderne terapie a bersaglio molecolare e l'avvento dell'immunoterapia stanno cambiando la storia naturale delle patologie uro-oncologiche".
    L'obiettivo è discutere le possibilità emerse dall'uso di nuove molecole attive in campo immuno-oncologico e dei nuovi trattamenti a bersaglio molecolare introdotti recentemente nell'armamentario dei farmaci attivi nel setting di malattia metastatica. Inoltre l'evento intende "promuovere la collaborazione inter-disciplinare" e "consentire un confronto delle diverse esperienze cliniche, alla luce delle acquisizioni scientifiche più recenti, presentate ai congressi internazionali o recentemente pubblicati sulle riviste scientifiche".
    I lavori avranno inizio alle 14. Sono previste due sessioni venerdì 15 (tumori del rene e tumori della vescica) e altre due sessioni sabato 16 (tumore della prostata).

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere