Bimba morta dopo visite:Usl Vda,ticket giusto ma inopportuno lo cancelleremo

Commissario, "lo annulleremo e chiederemo scusa alla famiglia"

(ANSA) - AOSTA, 05 GIU - "E' stata semplicemente una richiesta ordinaria. Era un codice bianco, quindi chi ha fatto il sollecito per il pagamento del ticket ovviamente non era a conoscenza di ciò che è successo dopo. Quindi la richiesta dal punto di vista amministrativo è giusta, ma è inopportuna. Adesso la annulleremo e chiederemo scusa alla famiglia". Lo afferma Angelo Michele Pescarmona, commissario dell'Usl della Valle d'Aosta, in relazione al sollecito per il pagamento di un ticket da 30 euro (25 euro più altri 5 per "diritti di segreteria", da saldare entro 15 giorni "pena il ricorso alle vie legali per il recupero del credito") alla famiglia di Valentina Chapellu, la bimba di 17 mesi che ha perso la vita nel febbraio scorso dopo essere stata visitata e dimessa per quattro volte dall'ospedale Beauregard.
    "Non è stato un errore: è stato giusto sollecitare un pagamento del ticket - ribadisce Pescarmona - per un passaggio in codice bianco, solo che era inopportuno, se chi ha fatto la richiesta fosse stato a conoscenza" del decesso della piccola. "E' quasi un automatismo - aggiunge il commissario dell'Usl della Valle d'Aosta - sollecitare i ticket non pagati". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie