Fase 2: Asl Bari, 90mila esami entro fine agosto

Il piano di abbattimento liste di attesa bloccate da marzo

(ANSA) - BARI, 22 MAG - La Asl Bari ha organizzato un piano di abbattimento delle liste di attesa che prevede, entro la fine di agosto, l'erogazione di 90mila prestazioni ambulatoriali non urgenti sospese dal 9 marzo. Al recall si aggiunge la riprogrammazione in agenda di altre 125mila esami e visite entro la fine dell'anno. Dal 9 marzo al 4 maggio, l'Asl Bari - è detto in una nota - ha garantito 10mila prestazioni sanitarie urgenti, ma quelle non urgenti sono state sospese come da direttiva regionale. Adesso, i pazienti in lista di attesa fra marzo e aprile saranno ricontattati dagli operatori Asl, in ordine cronologico e sulla base delle esigenze di salute. Per smaltire tutte le prestazioni pendenti, gli ambulatori saranno attivi dalle 8 alle 20, in modo tale da fissare appuntamenti distanziati nel rispetto delle norme anti Covid. Per le nuove richieste di prestazioni con priorità urgente, la Asl Bari raccomanda l'utilizzo esclusivo del canale di accesso telematico (servizio.cup@asl.bari.it), in quanto il servizio di prenotazione telefonica è al momento riservato alle priorità U e B ed è in corso di potenziamento.
    Tra le misure adottate per decongestionare le code presso gli sportelli, nel rispetto delle norme di prevenzione del virus, la Asl ha anche attivato il sistema PagoPa, che permette di pagare il ticket senza rivolgersi allo sportello Cup, ma al contrario di farlo attraverso banche convenzionate, ricevitorie, tabaccai, e supermercati, in contanti, con carta o tramite conto corrente.
    Il potenziamento dei sistemi telematici infine prevede l'installazione in tutte le strutture ospedaliere e distrettuali di totem automatici da usare sia con carte elettroniche che con denaro contante. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie