Verso nuovo piano ospedaliero post epidemia

Montanaro, solo 3-4 ospedali dedicati a pazienti positivi

(ANSA) - BARI, 24 APR - La task force regionale per l'emergenza coronavirus sta studiando il nuovo piano ospedaliero post epidemia. E' stato annunciato oggi dal direttore del dipartimento Salute, Vito Montanaro, ascoltato in III commissione consiliare. Il numero due della sanità pugliese ha anticipato che la rete Covid verrà lentamente smantellata, anche se non del tutto, per riportare gli ospedali alle loro attività originarie. Questa fase "partirà dalle strutture meno coinvolte in termini numerici come quelle della sanità privata accreditata", ha spiegato il direttore. "Saranno mantenuti in attività - ha aggiunto - come il Ministero della salute suggerisce, solo alcuni ospedali, pronti ad affrontare qualsiasi effetto reboun' dell'epidemia, previsto per il prossimo autunno.
    La disattivazione avverrà appena la parabola discendente della curva epidemiologica sarà confermata, cosa che sta avvenendo se si escludono gli ultimi giorni influenzati dai casi di due o tre cluster specifici e ben individuati".
    Ad oggi, ha comunicato, rispetto 2.123 posti letto allestiti per i pazienti Covid, ne sono occupati solo 600, di cui meno di 60 in terapia intensiva. Il nuovo piano ospedaliero, invece, "sarà organizzato - ha continuato Montanaro - attorno a 3-4 ospedali dislocati nel territorio regionale che conterranno reparti di terapia intensiva, malattie infettive e pneumologia covid. L'obiettivo è quello di non interferire con i grandi ospedali come Policlinico di Bari o quello di Foggia, affinché questi ultimi continuino ad assicurare l'offerta sanitaria, sia in regime di degenza che ambulatoriale".(ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie