Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Regionali '24: centrodestra al completo al tavolo sul programma

Regionali '24: centrodestra al completo al tavolo sul programma

Nessuno si sbilancia sul nome del candidato governatore

CAGLIARI, 05 dicembre 2023, 20:30

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"È stato un incontro molto positivo, abbiamo analizzato le linee programmatiche di cinque anni fa ed evidenziato gli obiettivi raggiunti e quelli per cui serve ancora da lavorare". La prima sessione per elaborare il programma del centrodestra da presentare per le prossime elezioni regionali si è concluso, nuovo appuntamento tra una settimana esatta, il 12 dicembre. Lo fa sapere Fausto Piga, presente per Fratelli d'Italia alla riunione di questa mattina all'hotel Flora di Cagliari. "Il tavolo è aggiornato a martedì prossimo alle 11 - ha annunciato Piga - ciascuna forza politica porterà un tema strategico da sviluppare insieme. Ne uscirà una bozza di programma da condividere con i segretari e poi sui territori". Alla riunione hanno partecipato tutte le otto sigle che al momento fanno parte della coalizione di centrodetsra che si presenterà alle prossime consultazioni: Fdi, Lega, Psd'Az, Fi, Udc, Riformatori, Grande Centro, Idea Sardegna.

AL TAVOLO TUTTI GLI ALLEATI - Centrodestra al completo al secondo tavolo in vista delle Regionali 2024, convocato all'hotel Flora di Cagliari questa mattina. All'ordine del giorno i punti da inserire nel programma della coalizione che mira a essere riconfermata per altri cinque anni. Tutte le forze politiche della coalizione sono presenti con i loro delegati al programma: Fid, Lega, Psd'Az, Fi, Udc, Riformatori, Grande Centro e Idea Sardegna. Si glissa sui nomi in campo per il candidato presidente prima dell'inizio del vertice: "Oggi diamo seguito alle indicazioni dello scorso tavolo - spiega Fausto Piga, per Fdi -, ogni forza politica ha individuato un suo rappresentante, partiremo dalle cose fatte, dagli obiettivi raggiunti, ci sarà poi il momento per individuare i grandi temi del prossimo mandato, da condividere con i territori. Sui nomi stanno altri a decidere".

Della presenza di Psd'Az e Lega, Piga non è stupito: "Non abbiamo mai avuto dubbi che sarebbero venuti - risponde ai giornalisti -, l'obiettivo è tenere la coalizione unita e se si continuerà così ne guadagnerà la Sardegna". L'importanza dell'unità della coalizione è confermata dalla stessa Lega: "Era importante esserci, noi abbiamo sempre lavorato per tenere la coalizione unita", precisato il delegato Ivan Cermelli. Ed è il Carroccio l'unico partito a esporsi, come ha sempre fatto, e a ribadire il nome: "Bisogna ripartire con Solinas, per noi la squadra vincente non si cambia, Solinas è il nostro candidato". E sul programma: "Si può dire che due anni e mezzo di legislatura sono andati via con l'emergenza Covid, ripartiremo dalle cose che avevamo programmato e che non sono state concluse, soprattutto sulla sanità".

Sul candidato governatore si sbilancia con ironia il coordinatore del Grande Centro Antonello Peru, che ha sempre puntato sul percorso regionale per individuare il nome: "Noi abbiamo le idee chiare, perché in questi giorni siamo diventati più numerosi ma anche molto più rumorosi", ha scherzato Peru rispondendo alla battuta di Solinas di qualche giorno fa che aveva definito i suoi critici interni come "una minoranza più rumorosa che numerosa".

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza