Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Cresce la qualità dei pomodori, ma produzione cala del 20%

Cresce la qualità dei pomodori, ma produzione cala del 20%

Bilancio di Coldiretti e Casar, colpa di temperature e piogge

CAGLIARI, 07 novembre 2023, 17:16

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Qualità dei pomodori eccellente.
    Ma la quantità è calata sino a toccare punte del 20% in meno nel sud Sardegna. Colpa anche del clima, denunciano i produttori.
    È il bilancio di Coldiretti sulla produzione. Buona anche la remunerazione da parte della Casar, spiega Giuseppe Onnis, produttore di Samassi anche dirigente Coldiretti "ma le altre temperature e le abbondanti piogge hanno complicato i piani".
    Poi i problemi economici portati "dagli aumenti dei costi di produzione e le altalene di prezzo - dice Onnis - che ha reso difficoltoso fare programmi a medio-lungo termine e rientrare sui costi".
    Battista Cualbu e Luca Saba, rispettivamente presidente e direttore di Coldiretti Sardegna sottolineano che, oltre ai rialzi sulle materie prime come energia e concimi, si sono aggiunti i costi dei trasporti. "Anche se nel caso del pomodoro - spiegano - sono stati coperti dall'azienda di trasformazione".
    Casar, l'azienda di trasformazione e vendita delle produzioni di pomodoro in Sardegna, vicina alle campagne. "La proprietà - sottolinea Michel Elias, amministratore unico - ha integrato il prezzo pattuito remunerando maggiormente il pomodoro conferito: la nostra politica è quella di lavorare insieme all'agricoltore in filiera e per questo abbiamo cercato di trovare un punto d'incontro che accontentasse tutte le parti, cercando di mantenere bassa l'inflazione al punto vendita cosa che avrebbe comportato problemi per i clienti finali".
    Nel frattempo l'azienda punta su nuovi investimenti. "Negli ultimi cinque anni abbiamo investito oltre 6 milioni di euro per i macchinari su nuove linee - conclude - ora cercheremo di allargare il commerciale per cercare nuovi clienti e incrementare la produzione di pomodoro da lavorare".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza