Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Italia fragile', perso il 30% dei terreni coltivabili

'Italia fragile', perso il 30% dei terreni coltivabili

Il 5 dicembre la Giornata mondiale del suolo. Coldiretti, "difendere la disponibilità di aree fertili"

04 dicembre 2023, 09:40

Redazione ANSA

ANSACheck

La giornata mondiale del suolo il 5 dicembre - RIPRODUZIONE RISERVATA

La giornata mondiale del suolo il 5 dicembre - RIPRODUZIONE RISERVATA
La giornata mondiale del suolo il 5 dicembre - RIPRODUZIONE RISERVATA

A causa della cementificazione e dell'abbandono l'Italia ha perso quasi 1/3 (30%) dei terreni agricoli nell'ultimo mezzo secolo con la superficie agricola utilizzabile che si è ridotta ad appena 12,8 milioni di ettari ed effetti sulla tenuta idrogeologica del territorio e sul deficit produttivo del Paese e la dipendenza agroalimentare dall'estero. E' quanto afferma la Coldiretti in occasione della Giornata mondiale del suolo indetta dalle Nazioni Unite che si celebra il 5 dicembre.
Una tendenza confermata nel rapporto 2023 dell'Ispra sul consumo del suolo dove si denuncia - sottolinea la Coldiretti la costante diminuzione della disponibilità di aree agricole con la scomparsa in 12 mesi di altri 4.500 ettari, il 63% del consumo di suolo nazionale.
Per effetto delle coperture artificiali il suolo - continua la Coldiretti - non riesce a garantire l'infiltrazione di acqua piovana che scorre in superficie aumentando la pericolosità idraulica del territorio nazionale. Il risultato - precisa la Coldiretti - è che in Italia oltre 9 comuni su 10 in Italia (il 93,9% del totale) secondo l'Ispra hanno parte del territorio in aree a rischio idrogeologico per frane ed alluvioni anche per effetto del cambiamento climatico in atto con una tendenza alla tropicalizzazione che si manifesta con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, il rapido passaggio dal sole al maltempo e precipitazioni brevi ed intense.
Per questo - continua la Coldiretti - l'Italia deve difendere il proprio patrimonio agricolo e la propria disponibilità di terra fertile con un adeguato riconoscimento sociale, culturale ed economico del ruolo dell'attività nelle campagne. "Occorre però accelerare sull'approvazione della legge sul consumo di suolo che giace da anni in Parlamento e che potrebbe dotare l'Italia di uno strumento all'avanguardia per la protezione del suo territorio" afferma il presidente della Coldiretti Ettore Prandini. 

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza