Le vitamine fanno bene ai bambini, ma il 46% mangia male

Pediatri, dieta mediterranea spesso rifiutata dai piccoli

Redazione ANSA ROMA
(ANSA) - ROMA - Bambini e adolescenti hanno un metabolismo intenso che richiede l'assunzione di tutti i nutrienti a cominciare dalle vitamine B, presenti in particolare nella frutta e nella verdura. Oltre il 46% dei giovanissimi, però, mangia male. Il fenomeno della cattiva alimentazione è confermato dai numeri. Un'indagine condotta con i pediatri ha dimostrato che in particolare, il 22,1% segue un regime alimentare carente e non equilibrato e un preoccupante 24,5% ha un'alimentazione del tutto squilibrata. Tra coloro che non seguono una dieta adeguata, il 41,8% dei bambini ha oltre 10 anni, il 28,4% ha tra i 6 e i 10 anni, il 19,5% ha tra i 3 e i 6 anni e il 10,3% ha tra 0 e 3 anni. I pediatri consigliano di consumare verdura sia cruda che cotta e frutta con la buccia, ricca della componente fibrosa. In questo modo le vitamine B1 e B2 miglioreranno l'attività dei muscoli e contrasteranno la sensazione di stanchezza, mentre le B3 e B6 contribuiranno al rinnovamento e alla cura della pelle.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA