Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Giovani ambasciatori della legalità', al via il corso

'Giovani ambasciatori della legalità', al via il corso

Le lezioni dal 27 novembre, sono 19 i giovani iscritti

AOSTA, 17 novembre 2023, 11:25

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono 19 i giovani che seguiranno il corso di formazione 'Giovani ambasciatori della legalità' in programma da lunedì 27 novembre a venerdì 1/o dicembre all'Università della Valle d'Aosta, su iniziativa dell'Osservatorio regionale antimafia istituito presso il Consiglio regionale della Valle d'Aosta e del dipartimento di Scienze economiche e politiche dell'Univda.
    Il percorso sarà tenuto da docenti universitari e da testimonial calati nella realtà del fenomeno e si propone di formare giovani laureati o iscritti a un corso di laurea sulla presenza della criminalità organizzata di stampo mafioso a livello nazionale, internazionale e locale, nonché sulle ricadute economiche, sociali e culturali che tale presenza comporta per il territorio, compreso quello valdostano.
    "Vi è stata una bella adesione - dice il presidente Alberto Bertin -, a conferma dell'interesse ad approfondire una tematica che è di grande attualità e che coinvolge tutti i territori. La lotta alle mafie è prima di tutto un movimento culturale e morale che parte dall'educazione alla legalità: fare delle giovani generazioni gli ambasciatori di un messaggio di legalità è fondamentale per il nostro futuro".
    Gli fa eco il responsabile scientifico del percorso, il professor Paolo Gheda: "È un dato molto soddisfacente che i giovani valdostani abbiano risposto con entusiasmo all'iniziativa, che ha incontrato in particolare una forte adesione tra gli studenti del corso di Scienze politiche e delle relazioni internazionali dell'Università della Valle d'Aosta. Si tratta non solo di un percorso di formazione che impegnerà i ragazzi per una settimana, ma soprattutto di un'assunzione di responsabilità a favore della comunità per promuovere i valori della legalità".
    Le lezioni permetteranno di approfondire diverse tematiche: rivoluzione, guerra e brigantaggio del XIX secolo, storia delle mafie italiane, mafie e criminalità organizzata come fenomeno senza confini, spettacolo della mafia, mafie e politica: obiettivo enti locali, ruolo della pubblica amministrazione nella prevenzione delle infiltrazioni, colonizzazione mafiosa del Nord Italia, mafie nell'economia legale. Ad arricchire il percorso vi saranno dei testimonial della polizia di Stato, dell'Arma dei carabinieri, della Guardia di finanza, dell'Ordine degli avvocati, della Rai e degli enti locali.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza