Libri: Il bosco dei Centenari, romanzo ambientato in Vda

Dal baratro alla risalita, la storia di due uomini

(ANSA) - AOSTA, 14 LUG - "Un romanzo struggente sullo sfondo dei monti della Valle d'Aosta". Così è presentato "Il bosco dei Centenari", opera prima (per quanto riguarda il genere) di Giuseppe Caffulli, giornalista, collaboratore di quotidiani e periodici (edizioni Terra Santa).
    "E' un libro - si legge - che non consente sosta, ti avvince con la duplice trama che pian piano si dipana, dal difficile rapporto tra un padre e una figlia ad un eremita morto in odore di santità. Due vicende apparentemente slegate, ma, in realtà un unico grande tema, dipinto come un affresco in cui svettano le montagne della Valle d'Aosta: il peccato, la desolazione, il baratro, ma anche la possibilità sempre aperta della risalita.
    Il racconto disegna il profilo di due uomini contemporanei, le cui vicende si richiamano a specchio, due amici che si sono in qualche modo riconosciuti nei loro errori, nei loro devastanti sensi di colpa, nel loro bisogno di perdono. Una trama intima e drammatica, che attraverso una scrittura vivida trascina il lettore nell'incostanza della natura, nel mistero del destino, nella consolazione delle piccole cose". Giuseppe Caffulli ha realizzato reportage in diversi continenti.
    Nel 2005 ha vinto il concorso letterario nazionale "Volontari per i diritti" e nel 2007 ha ricevuto il "Premio giornalistico Giuliano Ragno". Ha scritto saggi su vari argomenti e racconti per l'infanzia. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie