Indagine sierologica, adesione al 46% in Umbria

Terminati i test sul campione anticipatorio

(ANSA) - PERUGIA, 01 GIU - Svelano, in Umbria, un'adesione del 46% che supera, seppur di poco, l'andamento nazionale attestatosi intorno al 40% i dati della prima settimana di chiamate per i primi test dell'indagine di sieroprevalenza dell'infezione da virus Sars-CoV-2 promossa dal ministero della Salute e Istat, con la collaborazione della Croce Rossa Italiana, che si occupa di fare le chiamate e, in alcuni casi, i prelievi al campione selezionato.
    In Umbria sono stati individuati 5.275 soggetti totali in 39 comuni. La prima settimana dei test ha interessato un campione ristretto di 816 persone, considerato "anticipatorio", in grado di fornire una prima fotografia della situazione epidemiologica.
    Si riparte con i test sul campione totale dal 3 giugno.
    "In vista dei nuovi prelievi, ci auguriamo di avere una risposta più numerosa e positiva da parte dei soggetti selezionati, data l'importanza dell'indagine", ha detto il presidente del Comitato regionale Umbria della Croce Rossa, Paolo Scura. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie