Ad Assisi albero da zone tempesta Vaia

"Prendiamoci cura madre terra" messaggio lanciato da francescani

"La casa comune è in rovina, prendiamoci cura di nostra madre terra": è il messaggio che partirà domenica 8 dicembre dalla piazza inferiore della Basilica di San Francesco d'Assisi durante l'accensione e la benedizione dell'albero di Natale e del Presepe provenienti dalle zone colpite nel 2018 dalla tempesta Vaia che distrusse migliaia di ettari di foresta.
    Parteciperanno il relatore generale Sinodo Amazzonia, Cardinale Claudio Hummes, il custode del Sacro Convento di Assisi, padre Mauro Gambetti, e il Sindaco di Betlemme, Anton Salman.
    Il Presepe, donato dall'Associazione "Io Amo Castellavazzo", è composto da pastori in legno di abete rosso a grandezza naturale.
    L'albero di 14 metri è invece offerto dalla "Regola" di Borca di Cadore, addobbato con circa 45 mila luci a led. Verranno inoltre donati da artisti, associazioni e artigiani veneti oggetti natalizi in legno che la Comunità francescana metterà all'asta per i poveri dell'Umbria.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie