Coronavirus: Kyrgios "Hai fame? Chiama, ti porto pane a casa"

Messaggio su Instagram del tennista australiano a chi ha bisogno

(ANSA) - ROMA, 06 APR - Chi regala apparecchiature e dotazioni sanitarie, chi offre cifre anche molto importanti, chi ci mette la faccia per iniziative di sostegno. Tantissimi campioni e volti dello sport si stanno impegnando personalmente nell'emergenza coronavirus, ma il tennista Nick Kyrgios è forse il primo a rivolgersi direttamente a chi ha bisogno, offrendosi di intervenire di persona in suo aiuto. "Se qualcuno non può comperarsi del cibo mi mandi un messaggio, porterò a casa tua spaghetti, pane o latte, senza fare domande", è in sintesi il messaggio postato dall'australiano sulla sua pagina Instagram.
    Noto per il suo talento e la sua esuberanza in campo, che gli è costata spesso provvedimenti disciplinari anche severi, Kyrgios ha però sempre dimostrato di essere in prima linea quando può dare una mano alla comunità. All'ultimo Open d'Australia, per finanziare gli aiuti al Paese flagellato dagli incendi, ha donato 100 dollari australiani per ogni ace effettuato nel torneo, iniziativa che ha coinvolto molti altri colleghi. Ora questo nuovo passo, per aiutare i tanti che anche in Australia hanno perso il lavoro a causa della pandemia.
    "Se qualcuno non lavora, non ha entrate, resta senza cibo o sta vivendo un momento duro. Per favore, non andare a dormire a stomaco vuoto- è il messaggio di Kyrgios -. Non aver paura o vergogna a inviarmi un messaggio privato, mi renderebbe davvero felice condividere quel che ho. Non importa se è una scatola di spaghetti, del pane o del latte. Lo lascio alla tua porta di casa, senza fare domande". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie