Nuoto: federazione e Barelli "noi sempre fiducia in Magnini"

In futuro "più prudenza prima di assumere certe decisioni"

(ANSA) - ROMA, 27 FEB - E' stata accolta "con soddisfazione" in federnuoto la sentenza del Tas che assolve Filippo Magnini.
    In una nota la Federazione e il presidente Paolo Barelli ricordano di aver "sempre manifestato solidarietà, sostegno e fiducia nei confronti del campione plurimedagliato olimpico, mondiale ed europeo" e quindi adesso "accolgono la sentenza con piena soddisfazione, ricordando che Magnini è stato un esempio per tutto il movimento, nonché uomo simbolo dello sport italiano e della lotta al doping nel corso della sua straordinaria carriera".
    Dopo il pronunciamento del Tas, la Federnuoto "auspica maggiore prudenza nell'intraprendere azioni e nell'assumere decisioni che possano arrecare un danno di immagine ad atleti, tecnici e tesserati di un intero movimento, come accaduto a Magnini, a Michele Santucci (condannato in primo grado a 4 anni per la violazione dell'articolo 2.2 del CSA e assolto in secondo dal TNA), e al fisioterapista Emiliano Farnetani, attualmente inibito a svolgere la propria professione nell'ambito sportivo per la condanna in primo grado a 4 anni e in secondo grado a 5 anni per la violazione dell'articolo 2.8 del CSA".
    La sentenza del TAS -sottolinea infine la federnuoto- "prevede pure la condanna al pagamento delle spese processuali da parte del Tribunale Nazionale Antidoping". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie