Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Da Pilato a Paltrinieri, l'Italia che nuota su Parigi

Da Pilato a Paltrinieri, l'Italia che nuota su Parigi

Greg alla quarta Olimpiade. Razzetti punta a essere sorpresa

ROMA, 03 dicembre 2023, 15:00

Redazione ANSA

ANSACheck

Gregorio Paltrinieri - RIPRODUZIONE RISERVATA

Gregorio Paltrinieri - RIPRODUZIONE RISERVATA
Gregorio Paltrinieri - RIPRODUZIONE RISERVATA

All'inizio delle Olimpiadi di Parigi mancano 237 giorni, e l'Italia del nuoto sta spingendo al massimo per qualificare più campioni possibili alle 35 competizioni (17 maschili, 17 femminili e una mista) del programma. Molte stelle hanno strappato il pass per la rassegna a cinque cerchi ai recenti Assoluti di Riccione: Gregorio Paltrinieri, il veterano della truppa, in Romagna ha fermato il cronometro nei 1500 metri stile libero sul tempo di 14'41"38 (meno di 14'44"00, ossia il tempo-limite richiesto dalla FIN).


    Per Greg, nemmeno trentenne, sarà la quarta Olimpiade. Sempre a Riccione, hanno conquistato un posto per Parigi anche Alessandro Miressi (100 stile libero) e Thomas Ceccon (100 dorso): per entrambi sarà la seconda avventura a cinque cerchi. Mentre il primo è in una condizione atletica eccezionale (il suo 47"61 è un ottimo tempo), il secondo era arrivato a Riccione un po' stanco.
    Al campione del mondo però è stato sufficiente fare 52"82 (il minimo richiesto dalla Fin era 52"9) per centrare primo posto e qualificazione. Bene, benissimo Alberto Razzetti: il ligure non solo si è qualificato nei 200 misti, ma si è superato, ottenendo un posto anche nei 400 misti, la specialità forse più massacrante di tutte, riscrivendo il record italiano che durava da 16 anni. Luca Marin, a Melbourne nel 2007, fece 4"09.88, Razzetti ha fermato il cronometro su 4"09.29. Già qualificata grazie all'argento del Mondiale di Fukuoka è la staffetta 4x100 stile libero, composta Miressi, Ceccon, Manuel Frigo e Lorenzo Zazzeri. Tra le donne, non ha deluso Benedetta Pilato nei 100 rana: la classe 2005 (che partecipò, deludendo, anche a Tokyo 2020) ha oltrepassato la soglia dell'1"06 richiesta, realizzando 1"05.80. Gli atleti azzurri ancora in corsa per un posto alle Olimpiadi proveranno a ottenerlo ai Mondiali di Doha, il prossimo febbraio. Tra i 14 pre-qualificati per la rassegna qatariota, c'è Nicolò Martinenghi che gareggerà nei 50 e nei 100 rana, Simona Quadarella (800 e 1500 stile libero) e Sara Franceschi (400 misti). Per quanto riguarda le acque libere, Paltrinieri si sta preparando in Portogallo così da riuscire a qualificarsi in Qatar alla 10 km parigina. Sarebbe l'ennesima impresa del fuoriclasse di Carpi.  
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza