Mondo
  1. ANSA.it
  2. Mondo
  3. News dalle Ambasciate
  4. Romania: concerto per fine presidenza Italia Consiglio d'Europa

Romania: concerto per fine presidenza Italia Consiglio d'Europa

Iniziativa Ambasciata d'Italia e Istituto italiano di cultura

(ANSAmed) - BUCAREST, 16 MAG - Il 14 maggio scorso si è svolto, nella cornice dell'Ateneo Romeno di Bucarest, un concerto straordinario dell'Orchestra Sinfonica "G. Rossini" di Pesaro, organizzato dall'Ambasciata d'Italia e dall'Istituto Italiano di Cultura di Bucarest in collaborazione con la Filarmonica "G. Enescu". L'evento, ha riferito l'Ambasciata in un comunicato, ha celebrato nella capitale romena la conclusione del semestre di Presidenza italiana del Consiglio d'Europa, che terminerà ufficialmente il prossimo 20 maggio, a Torino, con la riunione dei Ministri degli Esteri dei 46 Paesi membri dell'Organizzazione.
    Sul podio dell'Ateneo Romeno è salito il M° Daniele Agiman, Direttore Artistico e Principale della "Rossini". L'Orchestra, con organico al completo, è stata affiancata dai solisti Emanuela Torresi, soprano e Francesco Anile, tenore. La sala grande dell'Ateneo, gremita per l'occasione, ha potuto apprezzare arie, duetti e sinfonie d'opera dal repertorio operistico italiano, con proposte vivaci e originali, alternative rispetto agli stereotipi consolidati. Da "Bianca e Falliero" di Gioachino Rossini al "Don Pasquale" di Gaetano Donizetti, da "Andrea Chénier" di Umberto Giordano, a "Tosca" e "La bohème" di Giacomo Puccini, passando per le opere di Giuseppe Verdi: "Otello", "I vespri siciliani", "La forza del destino", fino a "Il Pirata" di Vincenzo Bellini, i "Pagliacci" di Ruggero Leoncavallo, "La Wally" di Alfredo Catalani.
    "In un quadro segnato dai drammatici sviluppi del conflitto in Ucraina, è fondamentale continuare gli eventi culturali e contribuire alla promozione dei valori fondamentali della società europea, tra cui figurano la tutela della dignità umana, la solidarietà e il pluralismo delle opinioni, nella convinzione che l'arte e le sue espressioni non abbiano confini": così l'Ambasciatore d'Italia in Romania, Alfredo Durante Mangoni, che ha salutato l'Orchestra Sinfonica Rossini come strumento di conoscenza e rappresentanza per Pesaro, la quale - grazie ai riconoscimenti di "Capitale Italiana della Cultura 2024" e di "Città Creativa UNESCO della Musica" - conferma la propria vocazione musicale.
    Sempre nell'ambito della Presidenza italiana del Consiglio d'Europa, l'Ambasciata d'Italia a Bucarest aveva organizzato lo scorso marzo insieme al Cyber Programme Office del Consiglio d'Europa (C-PROC) un seminario dal titolo "Cooperation on Cybercrime: challenges, opportunities and the way ahead", in vista dell'apertura alla firma del Secondo protocollo addizionale alla Convenzione sulla criminalità informatica (Convenzione di Budapest), avvenuta lo scorso 12 maggio.
    (ANSAmed).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie