Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Borsa: Asia incerta sulle mosse della Fed, l'oro ai massimi

Borsa: Asia incerta sulle mosse della Fed, l'oro ai massimi

Salgono i future sull'Europa, in calo il petrolio e il gas

MILANO, 04 dicembre 2023, 08:38

Redazione ANSA

ANSACheck

© ANSA/EPA

© ANSA/EPA
© ANSA/EPA

Le Borse asiatiche chiudono la seduta in rosso mentre gli investitori soppesano le parole del presidente della Fed, Jerome Powell, che venerdì scorso non aveva escluso nuovi rialzi dei tassi in caso di bisogno, pur sottolineando come la politica monetaria fosse "ben instradata in territorio restrittivo".
    Tokyo ha perso lo 0,6%, Hong Kong cede l'1,1%, Shanghai e Shenzhen lo 0,3% mentre Seul è salita dello 0,1% e Sydney dello 0,7%. Contrastati anche i future, con quelli sull'Europa in leggero rialzo e quelli sugli indici statunitensi in calo frazionale.
    Dopo che venerdì Wall Street aveva sfidato Powell, prezzando nei Fed swap un taglio dei tassi a maggio, oggi le Borse sono più caute, i rendimenti dei Treasury tornano a salire e anche il dollaro recupera un po' di terreno sulle altre valute. La generale debolezza del biglietto verde contribuisce al rally dell'oro (+1,5% a 2.074 dollari l'oncia), che nella notte ha toccato i 2.135 dollari, segnando un nuovo record storico.
    Sul fronte energetico il petrolio cede poco meno dell'1%, con il Wti che scende a 73,41 dollari e il Brent a 78,18 dollari, con il mercato scettico sul fatto che il taglio alla produzione deciso dall'Opec+ sia in grado di riequilibrare il mercato e sostenere i prezzi. In forte calo anche il gas, con i future Ttf che cedono il 4,4% a 41,51 euro al megawattora
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza