Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Mostra Giulio Bizzarri tra arte, divertissement e pubblicità

Mostra Giulio Bizzarri tra arte, divertissement e pubblicità

Dal 29 novembre a Reggio Emilia, a tre anni dalla scomparsa

REGGIO EMILIA, 28 novembre 2023, 10:48

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

A tre anni dalla scomparsa, i Musei Civici di Reggio Emilia celebrano dal 29 novembre al 17 marzo uno dei più importanti intellettuali reggiani, Giulio Bizzarri, per ricostruire la figura complessa e poliedrica di questo inesauribile creativo. La mostra al Palazzo dei Musei - 'Arte, divertissement, pubblicità' - cerca di ricostruire i molteplici aspetti del suo lavoro, di ritrovare la sua presenza come autore e di ricostruire la sua identità culturale, decifrandone la complessa poetica attraverso gli archivi che documentano la sua attività, pubblica e privata. L'esposizione, organizzata in sezioni, seleziona e rimonta alcune voci del catalogo per evidenziare le emergenze più significative della sua produzione cercando di ricostruire il suo metodo che, attraverso l'ars combinatoria e lo scarto surrealista, favorisse una visione sempre rinnovata, e pertanto mai scontata, della realtà. Un processo che lo ha portato a considerare la direzione artistica il mestiere cucito su misura, sempre inteso in termini di ricerca, nella pubblicità e nella comunicazione in ambito culturale cosi come nella didattica.
    Nato a Reggio Emilia nel 1947, Bizzarri si è affermato come professionista nel campo della comunicazione. Formatosi negli ambienti intellettuali delle neoavanguardie, collabora con Rosanna Chiessi a fianco di Corrado Costa e degli artisti modenesi, tra cui Franco Guerzoni, con il quale stringe un sodalizio di amicizia e lavoro duraturo nel tempo. Alle attività strettamente pubblicitarie ha sempre alternato esperienze di progettazione di eventi culturali tra cui la rassegna I Porci Comodi, organizzata dal Comune di Reggio Emilia nel 1981, e la mostra e le pubblicazioni legate a Esplorazioni sulla via Emilia, con Luigi Ghirri. Nel 1989 ha fondato a Reggio Emilia l'Università del Progetto (UdP), per formare abilità orientate verso le professioni del design, della grafica e della comunicazione.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza