/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Sfruttamento dei dipendenti, inchiesta sul 118 a Siracusa

Sfruttamento dei dipendenti, inchiesta sul 118 a Siracusa

Procura dispone controllo giudiziario di azienda per la Seus

SIRACUSA, 23 marzo 2023, 11:54

Redazione ANSA

ANSACheck

Sfruttamento dei dipendenti, inchiesta sul 118 a Siracusa - RIPRODUZIONE RISERVATA

Sfruttamento dei dipendenti, inchiesta sul 118 a Siracusa - RIPRODUZIONE RISERVATA
Sfruttamento dei dipendenti, inchiesta sul 118 a Siracusa - RIPRODUZIONE RISERVATA

Carabinieri del Nil stanno eseguendo a Siracusa un controllo giudiziario di azienda disposto dalla Procura nei confronti della Seus Scpa, società a intero capitale pubblico che ha in gestione i servizi di assistenza e del pronto intervento del 118. Le ipotesi di reato contestate sono "sfruttamento dei lavoratori e rimozione od omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, in concorso", in "esecuzione di un medesimo disegno criminoso, sfruttando e intimidendo i dipendenti". Il provvedimento è eseguito da carabinieri del Nucleo ispettorato del lavoro di Siracusa.

Sono due le persone indagate con l'accusa di sfruttamento dei lavoratori e rimozione od omissione dolosa di cautele contro gli infortuni sul lavoro, nell'ambito dell'indagine del Nucleo carabinieri Ispettorato del lavoro di Siracusa, con l’ausilio dello Spresal di Siracusa, coordinata dalla Procura di Siracusa.

Secondo i militari, tra agosto 2020 e dicembre 2021, i due dirigenti della Seus in concorso tra loro avrebbero impiegato gli autisti soccorritori (circa 180 dipendenti solo nella provincia di Siracusa) sottoponendoli a condizioni di "sfruttamento ed approfittando del loro stato di bisogno; intimidendoli con la contestazione strumentale di illeciti disciplinari in occasione delle segnalazioni di guasti alle ambulanze; instillando la paura di trasferimenti presso sedi di lavoro disagevoli; obbligando loro di prestare servizio su autoambulanze prive dei presidi minimi essenziali per prevenire disastri o infortuni sul lavoro".

Alla società Seus viene contestata la “responsabilità amministrativa degli Enti” in relazione allo sfruttamento dei lavoratori e per l’assenza di modelli organizzativi concretamente attuati ed idonei a prevenire reati.

Notificate ai due indagati anche 24 prescrizioni e 21 disposizioni per numerose violazioni al testo unico sulla sicurezza nei luoghi di lavoro fra cui il mancato mantenimento in efficienza degli indumenti ad alta visibilità, mancato funzionamento del sistema di climatizzazione e degli estintori presenti in alcune ambulanze, presenza di ruggine all’interno del vano sanitario, sistema di ritenzione cinture di sicurezza non funzionante, mancanza sedili vano sanitario, maniglie interne ed esterne dei portelloni di accesso al vano sanitario mancanti e sostituite con cavi d’acciaio.


   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza