Sardegna
  1. ANSA.it
  2. Sardegna
  3. La lirica a Sassari con Mozart, Puccini, Donizetti e Verdi

La lirica a Sassari con Mozart, Puccini, Donizetti e Verdi

Chiude il concerto con il tenore nuorese Piero Pretti

 Dopo il successo del Concerto sinfonico inaugurale con Anna Tifu e l'Orchestra dell'Ente concerti, la Stagione lirica 2022 di Sassari entra nel vivo con quattro capolavori del melodramma, da ottobre a dicembre, e il concerto lirico-sinfonico con il tenore nuorese Piero Pretti.
    L'Ente propone il 14 e 16 ottobre un nuovo allestimento originale di Don Giovanni (1787) di Wolfgang Amadeus Mozart che torna a Sassari dopo otto anni. A dirigere l'Orchestra del De Carolis sarà Sergio Alapont, già sul podio del sinfonico l'anno scorso. La regia è di Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi. Appena una settimana dopo, sabato 22 e domenica 23 ottobre, le porte del Comunale torneranno ad aprirsi per Gianni Schicchi (1918), atto unico di Giacomo Puccini, che torna nell'indovinato allestimento dell'Ente in collaborazione con l'Accademia di Belle Arti "Sironi" di Sassari e la regia di Antonio Ligas. Già proposto nel 2020, quando il Teatro aveva proseguito l'attività in streaming nonostante la pandemia, lo Schicchi può ora rinascere finalmente davanti agli spettatori. A dirigere l'orchestra è stato chiamato Jacopo Brusa. L'11 e 13 novembre sbarca al Comunale Don Pasquale (1843) di Gaetano Donizetti, a vent'anni esatti dall'ultima esecuzione sassarese. La produzione nasce a Viterbo dal concorso "Fausto Ricci" del 2021 con il cast composto dai vincitori. Due di loro sono sardi, Francesco Leone (Don Pasquale) e Marco Puggioni (Ernesto). La regia di Mariano Bauduin sarà ripresa da Marjolaine Uscotti. L'Orchestra sarà affidata a Cesare Della Sciucca, le parti corali alla "Canepa" istruita da Luca Sirigu.
    Quarto e ultimo titolo del 2022 sarà l'opera lirica più eseguita al mondo, La traviata (1853) di Giuseppe Verdi, che torna in città il 2 e 4 dicembre dopo nove anni di attesa. Per l'occasione l'Orchestra dell'Ente sarà diretta dalla prestigiosa bacchetta di Stefano Ranzani. La regia è affidata a Paolo Vettori, in un allestimento tradizionale di Nicola Benois. Tutte le opere verranno proposte in prima rappresentazione alle 20,30 e in replica domenicale alle 16,30.
    A chiudere la Stagione il 7 dicembre sarà il concerto lirico-sinfonico del tenore nuorese Piero Pretti, ormai protagonista nei teatri più importanti del mondo, dalla Scala di Milano all'Opera di Parigi, dal Metropolitan di New York alla Royal Opera House di Londra. Ad accompagnarlo, l'Orchestra dell'Ente diretta ancora una volta da Stefano Ranzani.
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere


      Modifica consenso Cookie