Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Annullamento fondo per gli extracosti dei rifiuti. ANCI Sicilia: “E’ necessaria una compensazione”

PressRelease

Annullamento fondo per gli extracosti dei rifiuti. ANCI Sicilia: “E’ necessaria una compensazione”

PressRelease

Responsabilità editoriale di SiciliaPress (ANCI)

25 gennaio 2024, 10:25

SiciliaPress (ANCI)

PressRelease - Responsabilità editoriale di SiciliaPress (ANCI)

“Abbiamo appreso con stupore, dopo oltre un anno di discussioni e confronti, dell’annullamento, da parte dell’Assessorato regionale dell’Energia e dei Servizi di Pubblica Utilità,    del provvedimento   (DDG n. 1389 del 7 novembre 2023)  che prevedeva l’utilizzo di 45 milioni a valere sul Fondo  Sviluppo e  Coesione  in favore delle amministrazioni comunali,  per garantire la copertura dei cosiddetti ‘extracosti’ nel settore dei rifiuti”. Hanno dichiarato Paolo Amenta e Mario Emanuele Alvano, presidente e segretario generale dell’ANCI Sicilia. 

“Ricordiamo che a valere su tali risorse era già stato previsto il riparto delle  somme da destinare ai singoli comuni – aggiungono Amenta e Alvano - ed evidenziamo che l’annullamento del decreto rischia di avere gravissime ripercussioni sulle finanze degli Enti locali siciliani”. 

“Chiediamo pertanto al Governo regionale di individuare le necessarie e urgenti compensazioni per evitare che   la sottrazione di tali risorse metta a rischio la stabilità finanziaria dei Comuni e ricada sulle tasche dei cittadini che pagano la TARI”. Aggiungono Amenta e Alvano.

“In  occasione dell’approvazione dell’ultima  Legge di Stabilità regionale – conclude il presidente Amenta - avevamo chiesto, per l’ennesima volta, un  rifinanziamento di questa misura anche per il 2024, adesso apprendiamo che anche quelle limitate risorse, previste per il secondo semestre 2022 e per il primo semestre 2023,  si sono volatilizzate”.

 

Leggi il comunicato stampa originale

PressRelease - Responsabilità editoriale di SiciliaPress (ANCI)

Tutti i Press Release di ANCI Sicilia

Condividi

Guarda anche

O utilizza