Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Carte prepagate: come trovare quella giusta

Optimamente

È davvero ricco e variegato il mondo delle carte prepagate: come si fa, allora, a essere certi di trovare quella giusta? Bata leggere le prossime righe per conoscere i pro e i contro delle varie proposte presenti sul mercato.

La carta prepagata Wirex

Wirex è una carta di credito prepagata che viene messa a disposizione dalla WaveCrest Holdings Limited, compagnia che propone sul mercato una carta ideale per usare i bitcoin e più in generale le valute digitali. Suggerita per un utilizzo personale, si presenta come una carta prepagata abbinata a un codice Iban, ideale se ci si sta avvicinando al settore delle criptomonete. La carta fa riferimento al circuito Visa, grazie a cui l’azienda offre ai propri clienti conti stabili e operazioni sicure. La carta prepagata Wirex è disponibile in formato fisico – viene inviata via post gratis – e in versione online, a seconda che si faccia shopping nei negozi fisici o su Internet. Quasi tutte le attività che possono essere effettuate prevedono una commissione minima o addirittura nulla, inclusi il cambio valuta e il trasferimento di denaro fra le carte di credito. La piattaforma di home banking consente di tenere i movimenti finanziari sotto controllo. Il canone mensile è praticamente insignificante, pari a 1 euro, e il solo difetto che si può riscontrare è la complessità di gestione del sito web, in modo particolare se si è clienti poco esperti.

La carta prepagata N26

Le recensioni sulla carta N26 sottolineano come essa sia la più indicata per i liberi professionisti. Aderente al circuito Mastercard, si fa apprezzare per la sua notevole sicurezza e al tempo stesso è decisamente versatile. Non c’è alcun canone mensile e permette di eseguire prelievi senza commissioni ovunque ci si trovi. A seconda delle esigenze degli utenti è possibile scegliere differenti tipi di carte: oltre alla standard, infatti, ci sono anche la metal e la nera. Da non perdere, poi, la N26you, che si presenta come una carta con conto premium pensata per soddisfare ogni tipo di esigenza. In generale, la N26, che è abbinata a un codice Iban e rientra nel circuito Mastercard, è davvero facile da usare e in più si caratterizza per costi convenienti. In un giorno è possibile prelevare non più di 2.500 euro e spendere non più di 5.000 euro.

La carta prepagata Skrill

Emesse da Skrill Limited, la carta prepagate Skrill ha preso il posto delle carte della Moneybookers. Dotata di codice Iban, è raccomandata soprattutto per gli acquisti online; fa parte del circuito Mastercard e si caratterizza da un lato per la facilità di utilizzo e dall’altro lato per la sua sicurezza. Vi si può ricorrere, per esempio, per fare shopping sugli e-commerce e per conservare i propri risparmi. Si può scegliere, inoltre, tra una carta Skrill e un conto Skrill: quest’ultimo permette di avere credito per i pagamenti, a differenza della carta che, invece, mette a disposizione un ventaglio più ampio di servizi, a cominciare dal pagamento reale. In ogni caso, tutti e due gli strumenti possono essere gestiti attraverso il sito di home banking, raggiungibile in qualunque posto ci si trovi. La carta prepagata Skrill può essere impiegata solo da utenti maggiorenni. I tempi di attesa per la ricezione della carta sono piuttosto lunghi, ma questo sembra essere il solo inconveniente a cui si deve far fronte. Il canone annuale ha un costo di circa 10 euro.

La carta prepagata Oval Pay

La carta prepagata Oval Pay ha riscontrato un notevole successo in virtù degli alti standard di precisione che caratterizzano il suo algoritmo. Si tratta di una soluzione molto affidabile, i cui punti di forza vanno individuati in efficienza e sicurezza. Attiva su circuito Visa, è abbinata a un codice Iban e permette di collegare conti differenti, tramite l’applicazione Oval Money, anche nel caso in cui si abbiano carte di credito di tipologie differenti. Questo vuol dire che tutte le carte di credito che si hanno a disposizione possono essere monitorate e organizzate in modo davvero semplice. Certo, non si tratta della carta migliore per chi ama un approccio classico nei confronti della banca, mentre è perfetta per i giovani, anche perché quasi tutte le versioni sono prive di canoni fissi e non prevedono altri costi.

La carta prepagata Wise

Nel caso in cui si abbia l’abitudine o la necessità di pagare in valute diverse, la carta migliore a cui fare riferimento è senza alcun dubbio la Wise, che mette a disposizione degli utenti un ampio ventaglio di opzioni per una vasta gamma di offerte. Dotata di codice Iban, è raccomandata a chi esegue operazioni con valute estere o di cambio, in virtù della sua flessibilità. Il rapporto tra servizi fruiti e spese da sostenere è decisamente conveniente, e il circuito Mastercard è una garanzia di sicurezza. Quindi, in Italia così come nel resto del mondo si possono effettuare prelievi o pagamenti senza correre rischi. Wise può essere usata con Apple Pay o altre applicazioni digitali, ma anche in modalità contactless. Si rivela perfetta per i nomadi digitali e i freelancer che lavorano per clienti stranieri. Esistono, comunque, delle limitazioni correlate alla conversione di credito in denaro virtuale.

La carta prepagata Bunq

Infine, l’ultima proposta che merita di essere citata in questa rassegna di migliori carte prepagate va individuata nella carta Bunq, che viene proposta dalla compagnia omonima, facente capo alla banca Ubi. Aderente al circuito Mastercard e dotata di un codice Iban, può essere gestita attraverso lo smartphone usando l’apposita applicazione. È una carta funzionale che non prevede canoni fissi, e il solo rilascio della carta ha un costo di 9 euro e 99 centesimi. I clienti di Bunq hanno la possibilità di prelevare in tutto il mondo senza dover pagare commissioni supplementari. Tuttavia la compagnia consente al massimo 10 prelievi gratis per ciascun ATM. In molti casi per poter operare con questa carta è necessario aprire un altro conto corrente o avere a disposizione un’altra carta conto. È comunque possibile cambiare i limiti relativi a pagamenti e transazioni.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale Optimamente

Modifica consenso Cookie