Coronavirus:Cgil, sondaggio promuove lavoro agile in Regione

Sindacato, perché Ente dà giudizio negativo?

(ANSA) - TORINO, 12 AGO - La Cigl promuove il lavoro agile fra i dipendenti della Regione Piemonte: è quanto afferma lo stesso sindacato sulla base di un sondaggio eseguito lo scorso mese di aprile. "Ci piacerebbe - è il commento - capire quali elementi ha utilizzato la dirigenza dell'Ente per esprimere un giudizio negativo sull'esperienza dello smart working. I dati che abbiamo raccolto raccontano una realtà diversa".
    Elaborando le risposte fornite da 694 dipendenti, Cigl-funzione pubblica afferma che il 78,2% sarebbe disposto a proseguire anche al termine dell'emergenza sanitaria. La maggioranza, peraltro, vorrebbe alternare lavoro agile e lavoro in presenza: solo il 16,5% opterebbe per 4 giorni di smart working su 5, mentre il 39,9% sceglierebbe 3 giorni, il 31,2% due giorni e solo il 6,5% una giornata. "E' evidente - conclude la Cgil - che nessun dipendente regionale intenderebbe 'sparire' come riportato da alcuni esponenti politici e organi di stampa".
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie