Imprese, Spina 'ora informazione e formazione'

Servono regole chiare e interventi politica più veloci

di Linno Venditti "Con la nostra task force nazionale stiamo lavorando sui vari interventi da mettere in campo, in particolare quelli di natura istituzionale, programmatica ed economica". Così, interpellato dall'ANSA, il presidente della Camera di Commercio (Cciaa) del Molise, Paolo Spina. "A livello locale siamo impegnati in una serie di iniziative relative al monitoraggio dell'impatto economico che l'emergenza Covid-19 ha determinato. A breve avremo un quadro di riferimento più preciso. Un altro passaggio riguarda il collegamento con le Prefetture per valutare l'impatto sociale che questa emergenza sta determinando sulle famiglie". Quali le iniziative e i progetti di intervento che la Cciaa Molise sta programmando? "Il problema fondamentale è la liquidità che, insieme al credito, rappresenta elementi funzionali alla sopravvivenza immediata delle imprese. Per quanto riguarda la liquidità c'è bisogno dell'intervento dello Stato, come Ente camerale - aggiunge - vorremmo finanziare i processi di riorganizzazione e innovazione aziendale". In sostanza Spina riflette su aspetti pratici: bisogna capire se con le nuove disposizioni i consumatori torneranno a fare acquisti come nella fase pre emergenza, ma in tal senso i dubbi sono prevalenti rispetto alle certezze. Quale potrebbe essere la soluzione? "Per noi, oggi, il digitale è fondamentale affinché ci sia un diverso approccio tra domanda e offerta. Il punto d'incontro rispetto al passato - spiega - non è a metà, ma è l'offerta che deve andare incontro alla domanda". Tra i vari settori dove l'emergenza Covid ha praticamente azzerato le attività, c'è il turismo "che rappresenta tra il 13 e 15% del Pil regionale". "Stiamo pensando di sostenere le imprese, ma è una decisione che dovremo prendere prima in Giunta camerale e poi in Consiglio, attraverso voucher e un supporto per l'innovazione non solo tecnologica, ma anche di formazione e informazione sul nuovo concetto domanda-offerta". Su questi aspetti Spina riferisce di aver avuto giorni fa un'interlocuzione informale con l'assessore regionale Vincenzo Cotugno "per capire come unire le forze e avere chiarimenti reciproci su come agire, evitando i cosiddetti finanziamenti a pioggia". "Altro aspetto importante - sottolinea - è relativo alla domanda di sicurezza sul lavoro. Le imprese non sanno come comportarsi, quali devono essere i protocolli e i modelli organizzativi. Anche in questo caso - prosegue - bisogna essere pronti a utilizzare modelli diversi ed essere un passo avanti rispetto al consumatore offrendo soluzioni ad hoc. Ribadisco un concetto chiave: formazione e informazione alle imprese e al personale addetto ai servizi per poi gestire le strategie di comunicazione. In sintesi - conclude - turismo, consumo lento, politica veloce, certezze su quello che si può e deve fare".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030
      Vai alla rubrica: Pianeta Camere



      Modifica consenso Cookie