Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Lavori al cimitero di Pescara del Tronto per 805mila euro

Lavori al cimitero di Pescara del Tronto per 805mila euro

Struttura commissariale liquida anticipo da 298mila euro

PESCARA DEL TRONTO, 10 febbraio 2024, 15:43

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Sono in corso i lavori al cimitero di Pescara del Tronto, nella zona più colpita dal terremoto del 24 agosto 2016, nel comune di Arquata del Tronto (Ascoli Piceno). L'Ufficio speciale ricostruzione ha liquidato la cifra di 298 mila euro quale anticipo per l'esecuzione dell'intervento, che ha un importo totale di oltre 805 mila euro ed è volto a ripristinare la piena funzionalità della struttura cimiteriale attraverso la sistemazione delle parti danneggiate e la demolizione e successiva ricostruzione di altri elementi.
    In particolare, le scosse hanno prodotto il crollo quasi totale della cappellina cimiteriale collocata all'esterno, in adiacenza del muro perimetrale, di cui è stata disposta la completa demolizione. "Sono tanti i cimiteri resi inagibili a causa del terremoto - ricorda il commissario Guido Castelli -.
    Abbiamo fatto sì che tutti avessero un finanziamento perché il dramma della perdita di vite umane, nei paesi più colpiti dalle scosse di sette anni fa, è stato acuito dall'impossibilità di onorare i nostri cari defunti". "Sono lavori importanti, - ha sottolineato il sindaco di Arquata Michele Franchi - perché il terremoto ha provocato gravi danni anche ai cimiteri e, anche se in questi anni ci siamo organizzati per offrire ai nostri cari una degna sepoltura, è importante recuperare questi luoghi".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza