Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Altro bando da 10 milioni per investimenti Micro piccole imprese

Altro bando da 10 milioni per investimenti Micro piccole imprese

Regione Marche, risorse collegate a Fesr 2021-2027

ANCONA, 05 luglio 2023, 15:45

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Per il Fesr 2021-27 si apre nelle Marche il bando per gli investimenti delle Micro, piccole e medie imprese (Mpmi) industriali. Lo ha emanato la Regione per promuovere gli investimenti produttivi. È riservato alle Mpmi industriali, con una dotazione di quasi 10 milioni di euro. Le risorse sono destinate a sostenere due tipologie di interventi: sviluppo aziendale e nuove unità produttive. Le richieste potranno essere presentate dal 6 luglio al 13 ottobre 2023. Il bando segue quello della settimana scorsa che assegnava altri 10 milioni di euro per l'ammodernamento delle micro e piccole imprese artigiane.
    "È il momento che le imprese più dinamiche, che sono in grado di trainare la ripresa produttiva delle Marche, effettuino investimenti per migliorare la competitività, la qualità degli ambienti produttivi, le condizioni di sicurezza e salute dei lavoratori e per generare un minore impatto ambientale - afferma l'assessore allo Sviluppo Economico, Andrea Maria Antonini - Con questo bando vogliamo contribuire a promuovere la crescita dell'occupazione, a rendere più attrattive le imprese anche per i giovani, a trainare e qualificare le filiere produttive".
    I progetti finanziati dal bando dovranno favorire lo sviluppo aziendale attraverso investimenti in ammodernamento degli impianti e dei siti produttivi esistenti, con particolare attenzione alle applicazioni digitali e alle nuove soluzioni energeticamente efficienti, sicure e sostenibili. La dimensione minima dell'investimento è di 150 mila euro. Si potranno prevedere investimenti materiali (edili e tecnologici), investimenti immateriali (brevetti, software) e, in parte, spese di consulenza e progettazione. Le imprese potranno ricevere un contributo del 50% fino a 200 mila euro, se scelgono il de minimis (disciplina che non viola le norme Ue sulla concorrenza); altrimenti, potranno ottenere un contributo massimo di 300 mila euro se sceglieranno il normale regime di aiuto alle Mpmi (20% per le piccole, 10% per le medie, aumentati entrambi del 15% nelle aree riconosciute dall'Unione europea in stato di crisi industriale). Non sono obbligatori, anche se favoriti a fini valutativi, gli incrementi occupazionali.
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza