Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Atto intimidatorio per capogruppo Pd in Consiglio Marche

Atto intimidatorio per capogruppo Pd in Consiglio Marche

Ignoti hanno sfondato a calci e pugni la porta del suo ufficio

ANCONA, 06 ottobre 2023, 19:25

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Atto intimidatorio a Palazzo delle Marche, sede dei gruppi assembleari del Consiglio regionale, nei confronti del capogruppo del Pd Maurizio Mangialardi. Oggi pomeriggio una o più persone, al momento ignote, hanno distrutto la porta del suo ufficio a calci e pugni, senza lasciare alcun messaggio. Mangialardi, in quel momento assente, ha immediatamente denunciato il fatto al direttore generale Antonio Russi e al presidente dell'Assemblea legislativa delle Marche Dino Latini per tutti gli adempimenti del caso. "Un episodio inquietante. Non sappiamo se i protagonisti vengano da fuori o siano interni al palazzo" dice Mangialardi, che non si sente "assolutamente intimidito. Mi aspetto che venga fatta luce sull'accaduto e che tutti i gruppi, così come la struttura dirigenziale, collaborino a questo obiettivo. Credo sia interesse di tutti i consiglieri regionali ricostruire con esattezza i fatti e individuare i responsabili, per non avvelenare ulteriormente il clima politico che si respira in questi giorni a causa di certe manovre trasformiste in Consiglio" aggiunge, rivolgendosi al passaggio di due consiglieri regionali alla Lega, finora annunciato su facebook dalla segretaria regionale del Carroccio Giorgia Latini, ma non formalizzato dai diretti interessati. Una vicenda che si intreccia con le tensioni per il rimasto della giunta regionale in seno alla maggioranza di centrodestra.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

Guarda anche

O utilizza