Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

'Drogava e violentava donne', chiesti danni fino a 120mila euro

'Drogava e violentava donne', chiesti danni fino a 120mila euro

La procura vuole una condanna a 9 anni per Confalonieri, l'ex agente immobiliare è imputato per altri 5 casi

MILANO, 28 novembre 2023, 18:12

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Hanno chiesto risarcimenti fino a 120mila le quattro presunte vittime che si sono costituite parti civili nel processo con rito abbreviato a carico dell'ex agente immobiliare Omar Confalonieri, imputato a Milano, in un secondo filone di indagine, di avere drogato e violentato cinque donne, tra cui una ragazza ai tempi minorenne. L'uomo, secondo le accuse, ha usato lo stesso schema del primo caso per cui è stato già condannato in secondo grado a 4 anni e 4 mesi di carcere per aver somministrato benzodiazepine e reso incosciente una coppia e violentato la donna. Gli avvocati delle parti offese, oggi in aula, facendo leva sulla "credibilità delle vittime" e riportandosi anche "all'ottimo lavoro svolto dalla Procura", hanno presentato richieste che vanno dai 20mila euro di provvisionale proposti dall'avv. Anna Margherita Armandola, che assiste la ragazza all'epoca dei fatti minorenne, a quella di 120mila per un'altra delle donne abusate.

La Procura di Milano stamane ha chiesto 9 anni e 4 mesi di reclusione per Confalonieri e 4 anni per la moglie, coimputata per due episodi di violenza sessuale. La decisione del gup Massimo Baraldo dovrebbe arrivare il prossimo 4 dicembre, quando prenderanno la parola anche le difese. La richiesta di rinvio a giudizio dell'ex agente immobiliare per la seconda tranche dell'indagine risale al gennaio dell'anno scorso e si basava anche sulle conferme delle presunte vittime, sentite in incidente probatorio: hanno parlato di pesanti abusi dopo essere state narcotizzate con i tranquillanti. Per questo Confalonieri, finito in carcere nel novembre 2021, era stato raggiunto da una seconda ordinanza di custodia cautelare. Ordinanza che ha riguardato anche la moglie nei cui confronti era stato, però, firmato un provvedimento di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per violenza sessuale di gruppo in concorso con il marito in due dei cinque episodi.

Per il pm esiste una palese serialità

"Dall'analisi del compendio probatorio appare palese la serialità e la spregiudicatezza della condotta degli imputati, privi di freni inibitori". E' un passaggio dell'intervento del pm di Milano Alessia Menegazzo che ha chiesto di condannare a 9 anni e 4 mesi Omar Confalonieri, imputato in un secondo filone di inchiesta per aver narcotizzato e violentato cinque donne, tra cui una all'epoca dei fatti minorenne. Secondo il pubblico ministero, che ha proposto 4 anni di carcere per la moglie dell'uomo, che risponde di due casi di violenza in concorso con il marito, "tutte le violenze sessuali contestate sono connotate dal medesimo modus operandi". Secondo la ricostruzione dell'accusa, sarebbero state addormentate o comunque rese incoscienti somministrando loro benzodiazepine e poi anche costrette a indossare abiti non loro. Una sarebbe stata obbligata a travestirsi da Minnie. Oggi le parti civili hanno chiesto risarcimenti fino a 120 mila euro. Lunedì prossimo, dopo la discussione delle difese, il gup Massimo Baraldo dovrebbe decidere.

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza