Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Rallenta comparto calzaturiero dopo un inizio 2023 positivo

Rallenta comparto calzaturiero dopo un inizio 2023 positivo

Calano export e produzione, battuta arresto per consumi famiglie

MILANO, 14 settembre 2023, 12:35

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Il primo semestre del 2023 per il comparto calzaturiero italiano ha registrato una crescita del fatturato (+7,4%) e dell'export (+10,2% in valore nei primi 5 mesi) ma sulle quantità i dati sono meno soddisfacenti: -6,8% sull'esportazione e -5,7% sulla produzione (secondo l'indice Istat della produzione industriale). Battuta d'arresto in maggio e giugno per gli acquisti delle famiglie, con una prima metà dell'anno su ritmi molto blandi (-1,2% in spesa e -3,4% in volume).
    Un bilancio quindi che lascia qualche ombra sull'evoluzione del futuro, quello che emerge dal Centro Studi Confindustria Moda per Assocalzaturifici alla vigilia del Micam, il salone internazionale della calzatura (dal 17 al 20 settembre a Fiera Milano a Rho.
    "Il rallentamento ampiamente previsto si è infine palesato nel secondo trimestre dell'anno in corso" ha detto Giovanna Ceolini, presidente di Assocalzaturifici. Le esportazioni, da sempre il volano del settore, nel bimestre aprile-maggio hanno evidenziato, dopo gli incrementi a doppia cifra dei mesi precedenti, solo una debole tenuta in valore (+1%), accompagnata da una battuta d'arresto in volume (-14,9%). Indicazioni 'sinora decisamente premianti, malgrado le recenti preoccupazioni per il rallentamento dell'economia nazionale', provengono dalla Cina (+20,4% in volume e +43,4% in valore). "Si registra inoltre - ha continuato Ceolini - un rimbalzo in Russia e Ucraina (+37% e +56% in valore rispettivamente), anche se va tenuto conto che il raffronto è su un periodo in cui l'inizio del conflitto aveva fatto crollare le vendite". Infine il saldo commerciale, trainato dalle vendite estere, ha sfiorato nei primi 5 mesi i 3 miliardi di euro (+14,2%).
    Sul fronte dei consumi interni, secondo il Fashion Consumer Panel di Sita, dopo un avvio d'anno all'insegna del recupero i tre mesi successivi hanno visto una netta riduzione degli acquisti da parte delle famiglie, con flessioni significative in maggio e giugno: la seconda frazione dell'anno ha registrato cali del -9,8% in termini di paia e del -7,9% in valore.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza