Regione contro gioco azzardo patologico

Pd chiede rapporto su fondi. Azioni territoriali e monitoraggi

 L'impiego dei fondi nazionali per il contrasto al gioco d'azzardo patologico è stato al centro di un intervento in consiglio regionale del consigliere del Pd Sergio Rossetti al quale ha replicato l'assessore regionale Sonia Viale. Il Pd ha presentato un'interrogazione in cui ha chiesto alla giunta se le risorse del Fondo Sanitario Nazionale per il contrasto del gioco d'azzardo patologico, ripartite nel mese di ottobre, siano nella disponibilità della Regione e secondo quali priorità e modalità saranno utilizzate e messe a disposizione delle organizzazioni preposte per il contrasto del fenomeno.
    Il consigliere ha ricordato che, su un totale di 100 milioni di euro stanziati nel biennio 2018-2019, risultano assegnati alla Liguria un totale di 2 milioni e 704 mila euro.
    L'assessore alla sanità Sonia Viale ha risposto che "la programmazione regionale per i fondi 2018-2019 andrà definita come prosecuzione dei piani regionali già adottati ed approvati dal Ministero". L'assessore ha aggiunto: "A ottobre sono iniziate le attività progettuali di prevenzione, cura e riabilitazione che coinvolgono i servizi per le dipendenze, in collaborazione con il privato sociale accreditato. Il fondo disposto a favore dei servizi per le dipendenze è stato suddiviso tra le ASL e la Regione, attraverso Alisa, gestirà parte del fondo per campagne di comunicazione, attività di monitoraggio e ricerca". "In tre settimane dall'attivazione del Numero Verde regionale, il 1° aprile scorso, sono già state oltre 40 le persone che, dopo aver chiamato il numero verde, hanno anche preso un appuntamento con i servizi territoriali dedicati" ha evidenziato la vicepresidente e assessore alla Sanità di Regione Liguria ricordando che le risorse destinate alla Liguria ammontano a 1 milione e 366mila euro. Una parte significativa, pari a 1,1 milione di euro, è stata destinata a favore dei servizi per le dipendenze della Liguria ha detto.
    Oltre all'istituzione del Numero Verde, con personale del call center specificamente formato, è stata anche avviata una campagna informativa regionale con lo slogan "Batti il gioco.
    Puoi" per pubblicizzare il numero verde. Inoltre Alisa ha partecipato al Festival della Scienza con un laboratorio dedicato al gioco d'azzardo che ha coinvolto i giovani tra 15 e 19 anni, ed è stato avviato un progetto di monitoraggio orientato alla prevenzione del fenomeno in collaborazione con il dipartimento di Scienze politiche sociali dell'Università degli Studi di Genova per l'analisi dell'offerta di gioco sul territorio ligure e la stima dei costi economici e sociali del fenomeno. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai alla rubrica: Pianeta Camere