Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Ricky Tognazzi, "su serie don Gallo non c'è stata censura"

Ricky Tognazzi, "su serie don Gallo non c'è stata censura"

Intervista a Secolo XIX, 'stop con governo centrosinistra'

GENOVA, 17 febbraio 2024, 15:35

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

"La serie su don Gallo non è scomparsa, magari si farà in seguito. Non è morta, diciamo che è solo svenuta". Lo ha detto in una lunga intervista al Secolo XIX Ricky Tognazzi, fra gli autori della serie su don Gallo, a cui la casa di produzione Titanus con Raifiction aveva dato il via libera. Tognazzi risponde così all'ipotesi che la serie possa ancora essere realizzata, dopo uno stop che ha fatto scatenare le polemiche.
    "Ci abbiamo lavorato su tanto tempo e purtroppo, come ogni tanto capita, i sogni rimangono nel cassetto. Sembrava che si dovesse fare invece sono sorti problemi produttivi, credo anche di rapporti tra la casa di produzione e la Rai e il film si è dolcemente addormentato, ma spero che si possa svegliare quanto prima. Però di fatto questo è successo". La macchina era avviata e "a un certo punto sembrava che la produzione potesse partire però si è fermata per problemi che sono volati sopra la nostra testa", problemi "soprattutto legati al budget, oltre al fatto che la Titanus ha subìto anche cambiamenti nel cda, cosa che non ha aiutato". Nessuna censura politica, dunque: "Sono sempre stato schierato dall'altra parte, non ho mai avuto problemi a dirlo, come non ne avrei adesso, ma non è così. Questo progetto si è spento più di un anno fa, in un'epoca di governi di centrosinistra, immagino che se ne parli ora per via di Telemeloni e delle polemiche dopo Sanremo. Ma in questo caso siamo più vittime della sinistra che della destra". Tognazzi confessa di avere "cassetti pieni" di progetti bloccati in corsa. Nel caso di don Gallo avevamo trovato un contraente importante come Titanus, l'allora direttrice di Raifiction Tinny Andreatta si era mostrata entusiasta, ma poi si è trasferita a Netflix, anche Maria Pia Ammirati che ha preso il suo posto si era detta favorevole. Tante promesse, poi piano piano, per ragioni di budget, il film si è spento". Comunque, la serie su don Gallo "non è un progetto morto perché don Gallo è nei cuori di tanti".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza