Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Alla Tosse di Genova originale omaggio a Calvino

Alla Tosse di Genova originale omaggio a Calvino

Ieri sera, in prima nazionale, 'I nostri antenati'

GENOVA, 17 novembre 2023, 10:31

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Nel centenario della nascita di Italo Calvino, il Teatro della Tosse ha reso omaggio al grande scrittore ligure, mettendo in scena, ieri sera, in prima assoluta 'I nostri antenati', un trittico liberamente ispirato ai tre romanzi, 'Il Barone rampante', 'Il Cavaliere inesistente' e 'Il Visconte dimezzato'. Accolti nella Sala Agorà/Claque dal bravissimo Enrico Campanati che, vestito da antico arciere ha recitato un prologo (testo di Emanuele Conte), gli spettatori hanno assistito inizialmente a 'Mal Visconte mezzo gaudio', testo e regia di Conte (autore anche con Luigi Ferrando di tutte le efficaci scene dell'intero spettacolo), ispirato al 'Visconte dimezzato' e interpretato da Pietro Fabbri, Antonella Loliva e Matteo Traverso. Poi il pubblico è passato al 'Luzzati Lab' dove Valentina Picello ha interpretato 'Pagina' liberamente ispirato al 'Cavaliere inesistente', regia e drammaturgia di Giovanni Ortoleva autore con Riccardo Baudino anche dell'adattamento del testo. Infine, nella sala Trionfo 'rovesciata' (pubblico sul palcoscenico, attore in una struttura lignea sospesa a rappresentare la foresta di Cosimo), 'Il Barone', regia e adattamento di Laura Sicignano con Alessio Zirulia. Tre registi, tre modi di fare teatro: se Emanuele Conte ha sia pure sinteticamente ripercorso la vicenda del Visconte, in uno spazio scenico ben giocato con il pubblico in mezzo e due postazioni ai lati, Ortoleva ha estrapolato dal 'Cavaliere inesistente' un momento interessante, sulla 'scrittura' (la scena era una grande pagina bianca aperta) e, infine, Laura Sicignano ha posto l'accento su alcuni passaggi fondamentali del romanzo più popolare con particolare attenzione all'epilogo. Un racconto a tre, due monologhi, particolare efficacia drammaturgica in un libero rapporto con i testi originali. L'unico appunto è il mancato collegamento fra un evento e il successivo. Forse per creare davvero un gioco immersivo nelle atmosfere di Calvino, sarebbe stato utile, così come si è pensato al prologo, immaginare dei 'passaggi' recitati fra un atto e l'altro per costringere gli spettatori a rimanere dentro il gioco teatrale.
    Bravissimi tutti gli attori calorosamente applauditi. Repliche fino al 26 novembre.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza