Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Morto don Bruno Cescon, per 20 anni direttore de Il Popolo

Morto don Bruno Cescon, per 20 anni direttore de Il Popolo

Il settimanale della Diocesi di Concordia-Pordenone

PORDENONE, 04 dicembre 2023, 11:14

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' morto la notte scorsa don Bruno Cescon, 75 anni, per vent'anni direttore de Il Popolo, il settimanale della diocesi di Concordia-Pordenone. Da tempo malato di Parkinson, si è aggravato improvvisamente.
    "Si è spenta una mente vivace, curiosa e sapiente, un cuore generoso e pronto ad aiutare nell'ombra, uno sguardo attento ai cambiamenti del mondo", il ricordo dei colleghi giornalisti del settimanale.
    Originario di Fossalta Maggiore di Chiarano (Treviso), è stato ordinato sacerdote il 24 giugno 1973, laureato in Teologia e Pedagogia, dottorato in liturgia, giornalista noto a livello nazionale.
    Si era formato a Il Gazzettino di Giorgio Lago. I suoi articoli viaggiavano dal Nordest alla Sicilia; aveva lavorato anche con il Servizio di Informazione Religiosa.
    Dal 1996 al 2016 è stato il direttore del Popolo, poi aveva continuato con una sua finestra di commento sul mondo. Con lui erano arrivate al giornale le innovazioni tecnologiche: il formato tabloid, il primo sito internet.
    "Lo ricordiamo per il suo lungo impegno nello studio e insegnamento presso il Seminario Diocesano di Concordia-Pordenone, Istituto di Liturgia Pastorale Santa Giustina, Pontificio Istituto Sant'Anselmo, nel giornalismo nel Settimanale Diocesano Il Popolo e come assistente diocesano in Azione Cattolica Concordia-Pordenone - il messaggio di cordoglio del Vescovo, monsignor Giuseppe Pellegrini -. Ricordando la sua famiglia, ringraziamo il Signore per il suo prezioso servizio".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza