Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Verso 5mila tonnellate rinnovabili l'anno nella Valle idrogeno

Verso 5mila tonnellate rinnovabili l'anno nella Valle idrogeno

Previsti 37 partner transfrontalieri. Audizioni in Consiglio Fvg

TRIESTE, 15 novembre 2023, 17:11

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

La Valle dell'idrogeno del Nord Adriatico in sei anni di tempo si propone di arrivare a una produzione di 5mila tonnellate di idrogeno rinnovabile all'anno in Friuli Venezia Giulia, Slovenia e Croazia, con uno scambio di almeno il 20% fra i tre territori e il coinvolgimento di 37 diversi partner tra pubblico e privato. I dati sono stati resi noti oggi a Trieste dagli assessori regionali al Lavoro, Alessia Rosolen, alle Attività produttive, Sergio Emidio Bini, e alla Difesa dell'ambiente, Fabio Scoccimarro, durante la seduta della II Commissione consiliare, con componenti della IV e della VI, che ha ascoltato in audizione i portatori di interesse sul progetto North Adriatic Hydrogen Valley.
    Tra questi, i rappresentanti di Consorzio Maniago, Università di Trieste, Coselag, AcegasApsamga, Acciaieria Bertoli, Confindustria Alto Adriatico, Area Science Park, Uil e in videoconferenza Cts H2, Snam spa, Fondazione Bruno Kessler, Tpl Fvg, Apt, Associazione Italia solare, Ordine ingegneri, Ati e Faber acciaierie.
    Rosolen ha ricordato che l'Unione europea "investirà tra gli 80 e i 120 miliardi e il governo nazionale ne metterà altri tre e mezzo, quindi la Regione investe su un progetto già condiviso".
    Nel dibattito in aula si è parlato di benefici e conseguenze legate al progetto, di infrastrutture necessarie e di scenari futuri. Tra i portatori di interessi intervenuti Elisabetta Michieli di Confindustria Alto Adriatico ha sottolineato che "l'idrogeno è un vettore strategico per garantirci la sicurezza energetica: appoggiamo questo progetto perché è lungimirante".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza