Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Picchia la compagna incinta, arrestato un trentenne a Modena

Picchia la compagna incinta, arrestato un trentenne a Modena

Fra gli episodi anche la minaccia di darle fuoco

MODENA, 04 dicembre 2023, 17:47

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

E' stato arrestato a Modena, e ora è in carcere, un trentenne per maltrattamenti in famiglia nei confronti della compagna coetanea dalla quale aspetta un figlio.
    Infatti l'ipotesi di reato è aggravata dallo stato di gravidanza della donna. La misura, applicata dai carabinieri, fa sapere la procura di Modena, è scattata sabato. L'uomo è indagato anche per stalking.
    Le indagini hanno dimostrato che la donna subiva violenze, calci e schiaffi al volto, già da tempo. Un episodio, contenuto nel fascicolo, viene sottolineato dalla procura: nel giungo del 2022 l'uomo aveva afferrato per un braccio la compagna, girandoglielo con una forza tale da provocarle una frattura e una volta all'ospedale le avrebbe detto che qualora avesse denunciato, lui le avrebbe dato fuoco.
    Non mancano, sempre nelle indagini, aggressioni con la bocca della vittima tappata affinché non chiedesse aiuto e minacce di morte. L'ultimo episodio di violenza che viene ricostruito dalla magistratura modenese risale al 14 novembre scorso, giorno in cui l'indagato, nel corso di un incontro, aveva chiesto alla 30enne una ricarica Postepay di dieci euro, prendendo a schiaffi e calci alla schiena, oltre a sputi, al rifiuto della vittima di versare la somma.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza