Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Tour tra frantoi e arte alla Mangiaunta di Giano dell'Umbria

Tour tra frantoi e arte alla Mangiaunta di Giano dell'Umbria

Itinerario gastronomico all'insegna di gusto e scoperta

PERUGIA, 31 ottobre 2023, 17:29

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Si annuncia anche per la 18/a edizione come uno degli eventi storici e di punta dell'oleoturismo umbro "La mangiaunta" che dal 3 al 5 novembre torna a Giano dell'Umbria con il suo tradizionale itinerario gastronomico all'insegna di gusto, scoperta e intrattenimento.
    Tante le iniziative in programma: dal tradizionale tour nei sei frantoi del territorio (Frantoio Filippi, Frantoio Locci, Frantoio Moretti Omero, Frantoio Speranza, Frantoio Del Sero, Società Agricola Oro di Giano) alle degustazioni di olio extra vergine di oliva e prodotti del territorio, dai laboratori agli eventi, e poi concerti e arte contemporanea tra gli ulivi secolari, passeggiate.
    La manifestazione, presentata a Perugia, a palazzo Donini, è organizzata dal Comune, grazie all'agenzia Anna7Poste Eventi&Comunicazione e con il sostegno anche economico del Gal Valle Umbra e Sibillini, ed inserita nel programma di Frantoi aperti in Umbria, evento realizzato dalla Strada dell'olio Dop Umbria in collaborazione con la Regione e con tutti gli attori del comparto olivicolo umbro.
    La presidente della Regione, Donatella Tesei, ha ricordato che l'evento di Giano dedicato all'olio è un appuntamento "sempre molto atteso con un territorio che esprime una sua eccellenza vera, grazie alla possibilità di visitare i frantoi e dare a chi partecipa la possibilità di fare un'esperienza significativa". "Un evento di rilevanza regionale e non solo perché costituisce una grande attrattiva dal punto di vista turistico con iniziative che vanno incontro alle esigenze di tutti" ha poi affermato Tesei sottolineando che i dati di settembre e ottobre, per il turismo in Umbria, "hanno dato grandi soddisfazioni e anche per novembre, mese dell'olio, ci attendiamo una crescita".
    Una regione quindi, come ha ribadito, sempre più attrattiva in tutti i periodi dell'anno. "Stiamo supportando eventi tematici - ha detto la governatrice - che sostengono il territorio anche in questo periodo dell'anno con un percorso di comunicazione sul turismo, per attrarre visitatori italiani e stranieri e con l'obiettivo di destagionalizzare, che ci sta dando ottimi risultati".
    Il sindaco di Giano Manuel Petruccioli, dopo aver ringraziato istituzioni, partner e organizzatori, ha sottolineato come "La Mangiaunta" si confermi "un appuntamento ricco di iniziative capace di promuovere il territorio ed i suoi protagonisti".
    Anna Setteposte della segreteria organizzativa ha annunciato poi che tutte le iniziative "stanno ottenendo interesse e ricevendo prenotazioni anche da fuori regione".
    Sotto i riflettori, come sempre, la monocultivar San Felice che caratterizza il territorio e lo rende unico. Un territorio, quello di Giano, con 200mila altre piante di olivo distribuite su 720 ettari (280 piante per ettaro) e con la monocultivar autoctona San Felice che occupa l'80%.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza