Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Debutta a Orgosolo la tassa di soggiorno, ma il paese si divide

Debutta a Orgosolo la tassa di soggiorno, ma il paese si divide

Pollice verso della minoranza, il Comune difende l'imposta

ORGOSOLO, 05 gennaio 2024, 12:59

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

-     RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Orgosolo, il paese dell'interno della Sardegna più visitato, introduce la tassa di soggiorno: 1 euro per ogni turista che pernotta in un B&B o in un hotel del paese a partire dall'1 aprile. Il Comune noto per i murales, coprirà così una parte dei servizi turistici, costi che verranno sgravati dal bilancio sempre in sofferenza. Ma la delibera approvata in aula il 29 dicembre non ha incontrato il favore della minoranza, che infatti ha votato contro.
    "Non ci risulta siano stati sentiti gli operatori né sia stata convocata a esprimersi la commissione per il turismo - attaccano in una nota polemica Dionigi Deledda, Nicola Garippa, Antonio Devaddis e Pasquale Lovicu -. Il provvedimento peserà come un aggravio di burocrazia in capo ai gestori che devono effettuare la riscossione, rilasciare quietanza, versare il pagamento al comune, conservare fatture e ricevute ecc. In più nella previsione di bilancio si pensa di incassare dalla tassa 4 mila euro all'anno, immaginiamo che investimento si può fare per il turismo con questa cifra".
    La maggioranza fa quadrato, convinta della validità del provvedimento. "L'imposta di soggiorno è assolutamente opportuna tanto più in un paese turistico che ha pochi fondi per offrire i servizi necessari - spiega il vicesindaco Peppino Rubanu - A Orgosolo ci sono circa trenta B&B che offrono complessivamente circa 300 posti letto, più qualche hotel. Prima si veniva in giornata, oggi invece sono molti i turisti che decidono di rimanare per una o più notti ed è giusto che il Comune istituisca l'imposta e restituisca i servizi".
    I fondi incassati serviranno per la ristrutturazione dei murales, vera attrattiva del borgo barbaricino, per un infopoint per la segnaletica e le manifestazioni culturali, ma anche per riparare i danni provocati da atti vandalici. "Abbiamo tante spese a cui far fronte tra cui quella per il ripristino dell'illuminazione pubblica: 30 lampioni sono stati abbattuti durante le festività appena passate e la spesa per il ripristino - avverte il vicesindaco - è ingente. Per tutti questi motivi la polemica della minoranza ci sembra solo una speculazione".
   
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza