Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Alla mostra nella casa-museo Andersen per sbirciare nel deposito

Alla mostra nella casa-museo Andersen per sbirciare nel deposito

Restaurato il modello della Fontana dell'Immortalità

ROMA, 22 ottobre 2023, 18:59

Redazione ANSA

ANSACheck

Alla mostra nella casa-museo Andersen per sbirciare nel deposito - RIPRODUZIONE RISERVATA

Alla mostra nella casa-museo Andersen per sbirciare nel deposito - RIPRODUZIONE RISERVATA
Alla mostra nella casa-museo Andersen per sbirciare nel deposito - RIPRODUZIONE RISERVATA

La casa museo di Hendrik Christian Andersen a Roma prende nuovamente vita, con la mostra Riflessioni di Archiscultura. Fotografia Scultura Architettura che aprirà al pubblico il 28 ottobre, ma l'evento sarà anche l'occasione per approfittare e fare una sosta nel deposito dell'abitazione: uno spazio non sempre accessibile. Lì sarà possibile apprezzare il grande modello della Fontana dell'Immortalità, un progetto di carattere architettonico e scultoreo insieme, in cui l'artista norvegese-americano ha riprodotto in scala assai ridotta il progetto della fontana. Visibile secondo un calendario di visite programmate comunicate mensilmente tramite i canali ufficiali e social del Museo, la visita al deposito della casa-museo consentirà di vedere il modello della fontana che è stato appena restaurato, dopo un paziente e delicato intervento, curato da Silvana Costa, coordinatrice del Laboratorio di restauro dei Musei Statali di Roma in collaborazione con Antonella Malintoppi e Louis Dante Pierelli. Il restauro ha riportato alla luce le tenui nuance nei toni del verde chiaro e giallo ocra e le piccole e fragili sculture che lo ornano. Una visita che fa da pendant al percorso vero e proprio della mostra che invece intende illuminare, attraverso gli scatti fotografici, le peculiarità del progetto dell'artista e al contempo svelarne i segreti, gli aspetti più intimi e riposti che la fotografia, per sua natura indagatrice e rivelatrice, riesce a far emergere. Scatti in cui il passato rivive nel presente in un viaggio d'esplorazione e di conoscenza che mette in evidenza aspetti inediti e inaspettati del lavoro dell'artista, grazie ad un dialogo fra passato e presente che attinge dal considerevole repertorio fotografico, conservato nell'archivio. Da qui provengono le fotografie che lo scultore ha gelosamente conservato, spesso affidando gli scatti a fotografi professionisti, per immortalare le sue opere una volta terminate o mentre era a lavoro nell'atelier. Molte le fotografie di sculture esposte nella gipsoteca e nella galleria, altre di opere in deposito, esposte nel salone centrale per l'occasione e messe a confronto con quelle scattate da David D'Agnelli e Roberto Nisini.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza