Cardiologi, reparti chiusi per Covid, rischio più morti

Specie al Sud strutture svuotate per fare posto a contagiati

Redazione ANSA ROMA

 "La sospensione degli ambulatori cardiologici, dei reparti e delle unità di terapia intensiva coronarica (Utic) dovuta al Covid rischia di avere conseguenze catastrofiche, con un aumento della mortalità dei pazienti cardiologici già dal prossimo mese". L'allarme arriva dalla Società italiana di cardiologia (Sic). "In alcune regioni, soprattutto al Sud, gli ambulatori cardiologici sono stati chiusi e i reparti di cardiologia svuotati perché è in aumento il numero del personale sanitario contagiato o perchè molti reparti cardiologici sono stati convertiti in reparti Covid-19", dice il presidente Sic Ciro Indolfi. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA