Visori realtà aumentata aiutano persone con problemi vista

Studio condotto su pazienti con retinite pigmentosa

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 27 AGO - I visori per la realtà aumentata possono aiutare le persone con difficoltà visive ad evitare gli ostacoli e ad avere una migliore presa sugli oggetti. Lo ha dimostrato uno studio, condotto su pazienti affetti da retinite pigmentosa, pubblicato su Scientific Reports. Nella fase avanzata della patologia i pazienti hanno grandi problemi alla vista periferica, che causano una grande difficoltà a riconoscere gli ostacoli e a stimare le distanze.
    Per lo studio sono stati reclutati 10 soggetti con retinite, che hanno compiuto un percorso ad ostacoli sia senza sia indossando gli occhiali. I dispositivi sono stati equipaggiati con un software, che può essere usato sui visori in commercio, che permette agli occhiali di riprodurre la struttura tridimensionale di un ambiente, evidenziando gli ostacoli e gli oggetti in generale attraverso le sfumature di colore. L'utilizzo nel percorso ha dimezzato le collisioni e ha aumentato del 70% la capacità di afferrare gli oggetti al primo colpo. "Attraverso la realtà aumentata - afferma Anastasios Angelopoulos della University of Southern California, l'autore principale - vogliamo migliorare la qualità della vita per i pazienti con problemi di visione aumentando la loro fiducia nell'eseguire operazione semplici e permettendo loro di avere una vita più indipendente".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA