Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Dopo 18 mesi dall'ultima dose i vaccini contro il Covid proteggono ancora

Dopo 18 mesi dall'ultima dose i vaccini contro il Covid proteggono ancora

Studio dell'Università di Bologna, risultati più rilevanti negli anziani

BOLOGNA, 08 agosto 2023, 12:39

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

A un anno e mezzo dall'ultima somministrazione, i vaccini anti Covid-19 continuano a mostrare un'elevata capacità di protezione contro le forme più gravi della malattia, in particolare negli anziani. Lo mostrano i risultati di uno studio coordinato dall'Università di Bologna, che ha coinvolto l'intera popolazione della provincia di Pescara, seguita per 18 mesi, al fine di confrontare i dati dei vaccinati con due e tre dosi, analizzare la persistenza della protezione, l'efficacia dei vaccini contro le varianti Omicron e le differenze tra popolazione giovane e anziana.

Lo studio, che è stato pubblicato sulla rivista Vaccines, con il titolo "Covid-19 Vaccination Effectiveness in the General Population of an Italian Province: Two Years of Follow-Up", è il primo a valutare a due anni di distanza dall'inizio della campagna vaccinale l'efficacia dei vaccini contro il Coronavirus e ha coinvolto anche l'Università di Ferrara e l'Asl di Pescara.

"I risultati confermano innanzitutto che, anche a distanza di oltre un anno dall'ultima vaccinazione, chi ha ricevuto tre dosi di vaccino ha un rischio di ospedalizzazione o decesso per Covid-19 di circa l'80% inferiore rispetto a chi non è vaccinato - spiega il coordinatore dello studio Lamberto Manzoli, professore al Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell'Alma Mater - E abbiamo visto che la protezione di coloro che hanno ricevuto tre dosi è significativamente superiore a quella, pur buona, di coloro che hanno ricevuto solo una o due dosi".

Le differenze più rilevanti sono emerse tra gli anziani: negli over 60 la percentuale di decessi per Covid-19 tra i non vaccinati è stata del 22%, contro il 3% tra coloro che hanno ricevuto tre o più dosi di vaccino. I vaccinati non hanno invece mostrato una protezione significativa contro la semplice infezione da Sars-CoV-2. "Un dato - sottolineano gli studiosi - che va però valutato considerando che le persone vaccinate avevano meno restrizioni in termini di accesso a luoghi pubblici e privati rispetto ai non vaccinati, e quindi una più elevata possibilità di entrare in contatto con il coronavirus".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza