Coldiretti, nel 2018 una allerta alimentare al giorno

Il 83% da importazioni. Sono 398 le notifiche inviate alla Ue

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 24 FEB - Nel 2018 in Italia è scoppiato più di una allerta alimentare al giorno per un totale di 398 notifiche inviate all'Unione Europea durante l'anno. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base delle elaborazioni del sistema di allerta Rapido (Rassf) divulgate in occasione della presentazione delle nuove norme sull'obbligo di indicare in etichetta l'origine di tutti gli alimenti, con il presidente della Coldiretti Ettore Prandini e il vicepremier e Ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio. Sul totale delle allerte in Italia lo scorso anno, precisa la Coldiretti, solo 70 (17%) hanno riguardato prodotti con origine nazionale, 194 provenivano da altri Paesi dell'Unione Europea (49%) e 134 da Paesi extracomunitari (34%). In altre parole oltre quattro prodotti su cinque pericolosi per la sicurezza alimentare provengono dall'estero (83%). I pericoli maggiori per l'Italia - continua la Coldiretti - sono infatti venuti dal pesce spagnolo con alto contenuto di mercurio e infestato dal verme Anisakis, dalle ostriche vive francesi con Norovirus, che provoca vomito e diarrea, e dal pollo polacco contaminato dalla salmonella enterica, i quali salgono sul podio del rischio. Ma nella black list alimentare - precisa la Coldiretti - ci sono anche il pesce francese sempre per l'anisakis, le arachidi dall'Egitto, le nocciole turche e quelle dell'Azebaijan per l'elevato contenuto di aflatossine cancerogene, il manzo ed il pollo provenienti dal Brasile e le cozze dalla Spagna infestati dal batterio Escherichia Coli.(ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA