Mini Recharged, con Paul Smith è 'di moda' e sostenibile

Lo stilista rivisita una Mini del 1998 per un nuovo stile

Redazione ANSA MILANO

Un classico britannico su quattro ruote trasformato in auto elettrica e con la firma di Paul Smith. Lo stilista inglese, noto da tempo agli appassionati di Mini per le suo collaborazioni con la casa automobilistica, ha 'reinventato' una Mini classica del 1998 per il progetto Mini Recharged, che celebra la fusione della tradizione con la tecnologia, installando un motore elettrico nel modello originale. La vettura fa il suo debutto proprio in questi giorni in anteprima mondiale al Salone del Mobile 2022 di Milano.
    Sir Smith non è nuovo ad iniziative del genere, visto che solo la scorsa estate aver presentato anche la Mini Strip al Salone dell'Automobile di Monaco. In quel caso si trattava di una concept car radicalmente ridotta e sostenibile. Il modello Mini Recharged rivisita ora questa idea per esplorare le possibilità del design sostenibile. "Tre caratteristiche - ha spiegato Paul Smith - descrivono perfettamente quest'auto: qualità, sostenibilità e funzionalità. Un'auto che rispetta anche il passato".
    Con questa one-off, lo stilista ha rivisitato un progetto che va ancora più indietro nel tempo e che lo lega a Mini da oltre 20 anni: nel 1998 ha creato la Mini Paul Smith Edition, limitata a 1.800 veicoli. Il prototipo di questa edizione unica fu dipinto di un blu brillante, basato su un campione preso da una delle camicie preferite di Paul Smith. Il nuovo modello unico di oggi, conserva questa tonalità di colore inconfondibile e memorabile, mentre la scatola della batteria verde lime richiama una palette di colori degli anni '90.
    "Abbiamo reso un'auto degli anni '90 totalmente attuale - ha aggiunto Smith - perché le idee non sono mai un problema, si possono trovare ovunque. La sfida è metterle in pratica. Qui ha funzionato. Un sogno è diventato realtà".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie