Beni confiscati, villa del clan Polverino al Comune di Quarto

Vale mezzo milione, destinata a finalità sociale-istituzionale

Redazione ANSA NAPOLI

(ANSA) - NAPOLI, 26 OTT - Una villa composta da 8 stanze disposte su 3 livelli, patio e giardino, del valore catastale di oltre mezzo milione di euro, confiscata al clan camorristico Polverino nell'ambito di un' indagine della Dda, è stata consegnata al Comune di Quarto (Napoli) dai funzionari dell'Agenzia nazionale per la gestione e l'amministrazione dei beni confiscati (ANBSC).
    L'immobile, destinato a finalità sociale-istituzionale, è stato affidato al sindaco di Quarto Antonio Sabino, che ha poi tenuto una riunione operativa nella sede di Castel Capuano dell'Agenzia nazionale Anbsc, a Napoli. "Con l'Agenzia abbiamo avviato un confronto ampio, che riguarda anche il patrimonio della Città Metropolitana, da valorizzare al meglio anche attraverso progetti sociali e di riuso sostenibile dei beni. Va potenziata la rete nel solco della legalità", ha detto il sindaco che è anche consigliere metropolitano con delega al Patrimonio. Sabino poi ha annunciato la consegna, tra qualche giorno, delle chiavi di due ville assegnate con bando pubblico per trasformale in case dell'autismo.
    "Pubblicheremo entro questo fine settimana ancora un altro bando pubblico per assegnare la gestione del Centro Anziani", ha infine annunciato Sabino. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA