Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Studenti in piazza, appello Uds per convergenza con sindacati

Studenti in piazza, appello Uds per convergenza con sindacati

Da realizzare il prossimo 17 novembre

ROMA, 20 ottobre 2023, 18:07

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Questa mattina studentesse e studenti sono scesi in piazza per protestare, hanno detto, contro "la situazione disastrosa in cui versano le scuole del nostro Paese". Nei cortei e nei presidi in tutto il Paese studentesse e studenti hanno alzato la voce per dire che il 17 novembre in Italia e nelle città di tutta Europa saranno ancora in piazza.
    L'Unione degli Studenti rilancia con forza un appello per la convergenza con le lavoratrici, i lavoratori e i sindacati per lo sciopero studentesco del 17 novembre "per costruire una mobilitazione che faccia convergere studenti e lavoratori". "Il ministro Valditara sta costruendo un modello di scuola in totale antitesi con il ruolo che il sistema formativo dovrebbe avere nel nostro Paese - ha detto Bianca Chiesa, coordinatrice nazionale dell'Unione degli Studenti - Un modello di scuola in linea con un modello di società e di Paese ben chiaro: una scuola elitaria e repressiva a servizio delle aziende completamente subordinata alle logiche di mercato. Per questo oggi siamo in piazza in tutto il Paese e per questo saremo in piazza il 17 novembre qui e in tutta Europa".
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza