/ricerca/ansait/search.shtml?tag=
Mostra meno

Se hai scelto di non accettare i cookie di profilazione e tracciamento, puoi aderire all’abbonamento "Consentless" a un costo molto accessibile, oppure scegliere un altro abbonamento per accedere ad ANSA.it.

Ti invitiamo a leggere le Condizioni Generali di Servizio, la Cookie Policy e l'Informativa Privacy.

Puoi leggere tutti i titoli di ANSA.it
e 10 contenuti ogni 30 giorni
a €16,99/anno

  • Servizio equivalente a quello accessibile prestando il consenso ai cookie di profilazione pubblicitaria e tracciamento
  • Durata annuale (senza rinnovo automatico)
  • Un pop-up ti avvertirà che hai raggiunto i contenuti consentiti in 30 giorni (potrai continuare a vedere tutti i titoli del sito, ma per aprire altri contenuti dovrai attendere il successivo periodo di 30 giorni)
  • Pubblicità presente ma non profilata o gestibile mediante il pannello delle preferenze
  • Iscrizione alle Newsletter tematiche curate dalle redazioni ANSA.


Per accedere senza limiti a tutti i contenuti di ANSA.it

Scegli il piano di abbonamento più adatto alle tue esigenze.

Assolto Antonio Strangio, era accusato di traffico di droga

Assolto Antonio Strangio, era accusato di traffico di droga

Era stato arrestato in Indonesia dopo sette anni di latitanza

REGGIO CALABRIA, 10 giugno 2023, 18:11

Redazione ANSA

ANSACheck

- RIPRODUZIONE RISERVATA

- RIPRODUZIONE RISERVATA
- RIPRODUZIONE RISERVATA

Antonio Strangio, di 32 anni, accusato di traffico di sostanze stupefacenti, è stato assolto nel processo "Eclissi 2" "per non aver commesso il fatto". Lo ha deciso il gup distrettuale di Reggio Calabria, Karin Catalano, che ha disposto l'immediata scarcerazione del giovane.
    Per molto tempo residente in Australia, Strangio era stato arrestato dopo sette anni di latitanza nell'aeroporto di Bali, in Indonesia, ed estradato in Italia nello scorso mese di febbraio perché ricercato nell'ambito dell'operazione "Eclissi 2" per la quale adesso é stato assolto. L'inchiesta aveva portato nel luglio del 2015 all'arresto di 11 persone ritenute legate a cosche di 'ndrangheta del vibonese e del reggino.
    Per Strangio non era stato possibile all'epoca eseguire l'ordinanza di custodia cautelare in carcere poiché si trovava in Australia. Paese dal quale, essendo stato naturalizzato come cittadino, non poteva essere estradato.
    A carico di Strangio il pubblico ministero aveva chiesto la condanna ad 8 anni di reclusione. Il Gup ha accolto invece la richiesta di assoluzione avanzata dal difensore del 32enne, l'avvocato Piermassimo Marrapodi.
   

Riproduzione riservata © Copyright ANSA

Da non perdere

Condividi

O utilizza